SIDERNO – UNA FESTA DELLA DONNA “PARTICOLARE”

436

In occasione dell’otto Marzo, Giornata internazionale della donna, sono state molteplici le iniziative effettuate nelle varie città attivate non solo per ricordare le conquiste socio-economiche e politiche delal donna ma anche per denunciare le violenze e le discriminazioni subite nel mondo dal genere femminile,nonchè i ritardi sociali, economici e culturali che ostacolano – secondo molta gente – una vera parità tra uomo e donna. Anche a Siderno si sono tenute piu’ manifestazioni le più significative delle quali un incontro presso la sala della biblioteca comunale a cura degli amici del libro e della biblioteca, un incontro presso l’ Isrtituto tecnico commerciale ” Narconi” e, soprattutto una intera giornata dedicata alla donna , nata da una idea di Pasquale Giurleo, presso il Cinema Teatro nuovo dove sono state ospitate due mostre , una mostra fotografica dal titolo ” Il pane delle donne” di Santino Amedeo narrazione del lavoro femminile, quello piu’ fatocoso nelle sue essenze piu’ variegate e l’altra con l’esposizione di singolari statue lignee delmaestro Davide Mina. Quindi il convegno dal tema ” Gli inganni della bellezza” tenuto dalla dott.ssa Rossella Agostino, direttrice del Museo di locri che ha avuto larga partecipazione di rappresentanti del gentil sesso e che ha posto l’accento sul fascinio del trucco femminile sin dai tempi antichi. Ed ancora due rapprsentazioni teatrali . ” Bianca” curata da Marisa Femia e Andelmo Sorgiovanni con la regia di Fabio Macagnino e interpretata dalla brava Maria Orobello e ” Zitta…cretina” per la regia di Beranardo Migiaccio Spina con una sorprendente Giulia Palmisano e l’attore sidernese Marco De Leo. A cornice anche un intervento del talento locale Francesco Sgambelluri Una manifestazione decisamente unica e particolarmente apprezzata oltre che di alto contenuto culturale che si è conclusa con una singolare cena nella sala del cinema. Poi la festa delle donne è stata solennizata anche da una riflessione affidata ad un comunicato stampa dai rapprsentanti del circolo del Pd che hanno scritto che “Nonostante le tante battaglie civili, la donna è un soggetto fortemente discriminato e sfruttato ” e che “Il lavoro resta il primo diritto di cittadinanza e di emancipazione che bisogna conquistare pienamente. La disoccupazione femminile è alta. Le donne trovano ancora ostacoli nella partecipazione alla vita economica del paese e la maternità anche oggi rappresenta una barriera all’ingresso ed alla progressione di carriera”. Da qui la necessità di attivare politiche di welfare orientate alla conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro, alla flessibilità negli orari e non certo di manifesti e slogan che inneggiano ancora ad un approccio indubbiamente volgare e sessista, che offendono la libertà, il lavoro, le ambizioni delle donne. Una amara consoiderazione anche per quanti ” offendono l’intero universo femminile ” ricordando che ” i diritti delle donne sono parte inalienabile, integrale e indivisibile dei diritti umani universali ed in quanto tali devono essere tutelati dai Governi degli Stati con misure di tipo positivo che, in deroga al principio della parità formale, permettano di perseguire la sostanziale parità con gli uomin”. Nella nota anche la comunicazione che l unedì prossimo, 11 Marzo, il Consiglio Regionale della Calabria porterà in discussione la proposta di legge sulla doppia preferenza, “un atto di grande responsabilità e civiltà che consentirà un equilibrio di accesso alle liste di candidati, a garanzia del fatto che la forza delle donne contribuisce ad una migliore gestione del bene comune. Il Circolo chiede, in proposito, risposte positive; che i rappresentanti consiliari, nel loro ruolo, votino la proposta favorevolmente”. In conclusione l’auspicio che ” si dia maggiore concretezza alle buone intenzioni, superando ogni forma di sterile retorica con la quale molto spesso si affrontano le frequenti, dolorose vicende che costellano la vita di molte donne”.

 

Aristide Bava

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.