Bivongi, “progetto Valenti”: unire tutte le forze politiche

941

Il paese è in fermento: sono iniziati gli incontri politici tra gruppi e sezioni di partito per la formazione delle liste da presentare alle elezioni amministrative del prossimo 26 maggio. La sezione del Pd, dopo numerose riunioni per vagliare le candidature a sindaco è riuscita a raggiungere un accordo: si punterà come candidato a sindaco su Enzo Valenti, medico del paese e coordinatore della sezione. È fratello di Felice, il primo cittadino scomparso prematuramente a settembre dello scorso anno, ed ha già ricoperto la carica di vicesindaco con la lista “Progresso” nel lontano 1984 quando, non era ancora in vigore l’elezione diretta del sindaco.

Certo, per arrivare a tale designazione si sono dovuti superare alcuni scogli e qualche defezione interna perché una frangia era in disaccordo con la linea di Enzo Valenti, che è intenzionato a unire le forze politiche del paese. «C’è stata questa proposta del Pd di Bivongi – ha esordito Valenti – ma voluta anche da cittadini e associazioni a candidarmi a sindaco a cui ho dato la mia disponibilità con riserva. Ho il mandato del circolo Pd a trattare con altre forze politiche , in passato nostre avversarie, allo scopo di mettere su un progetto unitario per il bene del paese». «Una scelta che ho fatto volentieri – conclude Valenti – anche l’impegno richiede notevoli sacrifici. Se si creeranno quelle condizioni di serenità e tranquillità, che auspico, allora ci sarà la mia disponibilità insieme a altre persone a lavorare per il bene del paese».

Anche, l’attuale minoranza in Consiglio comunale “Alternativa democratica per Bivongi” non è stata ferma e sta lavorando per cercare l’unità con gli avversari. Unica novità che l’attuale capogruppo di minoranza, Franco Carnevale, non si ricandiderà. Alcuni i nomi, al posto di Carnovale sono circolati nell’ambiente, e quello che ricorre di più è l’architetto Giorgio Metastasio. Tutto è destinato a rimanere in standby fino al prossimo incontro con il circolo Pd quando ci saranno le candidature, perché pare che la minoranza sia già d’accordo sulla candidatura a sindaco di Valenti. Da quanto si è capito, lo scoglio potrebbe essere rappresentato dall’ostacolo di alcuni nomi poco graditi in lista. Bisogna, perciò riuscire a smussare e abbattere sterili veti per il bene del paese.

UGO FRANCO

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.