Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

ECCELLENZA, LA SITUAZIONE A 90′ DALLA FINE DEL CAMPIONATO

165

Appena 90′ dividono molte squadre di Eccellenza dal termine del campionato. Una lunga attesa a causa del Torneo delle Regioni prima e delle festività pasquali dopo ha un pò “stirato” l’ultima giornata che per molti versi avrà poco da dire.

PRIMO POSTO Già tutto fatto: il Corigliano ha da tempo vinto il testa a testa con la Reggiomediterranea (battuta prima della sosta) e ha centrato il salto in Serie D.

PLAYOFF Non ci saranno semifinali: Reggiomediterranea e Ol. Rossanese hanno un vantaggio gigantesco su quarta e quinta e quindi si disputerà direttamente la finale. Dove? Lo decreterà l’ultima giornata: tre sono infatti i punti di distacco tra le due squadre, con i reggini avanti e nettamente favoriti. Gli scontri diretti sono in assoluta parità. Pertanto, in caso di pari punti si andrebbe a vedere la differenza reti, favorevole alla compagine cosentina. In sostanza alla Reggiomediterranea basta un punto per arrivare seconda (gioca in casa contro la Bovalinese), ma può centrare la piazza d’onore anche perdendo a patto che l’Ol. Rossanese non batta, fuori casa, il Bocale. In caso di ko della Reggiomed e di vittoria dell’Ol. Rossanese arriverebbe seconda quest’ultima.

RETROCESSIONE DIRETTA Già da qualche giornata il Siderno ha salutato il campionato facendo ritorno in Promozione.

PLAYOUT Analizziamo squadra per squadra tutte le variazione situazioni, con Trebisacce, Paolana e Scalea che sono già al riparo considerando lo scontro diretto tra Sersale ed Acri che inevitabilmente frenerà almeno una delle due.

Sersale: i catanzaresi hanno tutto nelle proprie mani. Per raggiungere la salvezza basterà un pari nel match di domenica prossima in casa dell’Acri. Anche in caso di sconfitta potrebbe comunque arrivare la permanenza senza playout: ciò infatti avverrà in caso di ko di una tra Cutro e Gallico Catona o anche di pareggio dell’Isola Capo Rizzuto. Al contrario la vittoria delle squadre citate (anche il pari nel caso del Gallico Catona) e la contemporanea sconfitta ad Acri potrebbe significare playout.
Gallico Catona: ai reggini basterà pareggiare in casa contro la prima della classe Corigliano per essere salvi. Una sconfitta rischierebbe di complicare il tutto, specie in caso di arrivo a pari punti contro Isola Capo Rizzuto e Sersale: i biancorossoblu infatti sono quelli messi peggio sia nella classifica avulsa che negli scontri diretti.
Isola Capo Rizzuto: una vittoria divide i pitagorici dalla salvezza senza playout. Contro la Paolana infatti basterà il successo per conquistare la permanenza. Potrebbe persino bastare il pareggio nel caso in cui la sfida tra Acri e Sersale non terminasse con il segno X, o se dovesse esserci un ko del Cutro. Una defaillance contro la Paolana significherebbe, comunque, playout come quint’ultima, visto il vantaggio negli scontri diretti con il Soriano. In caso di arrivo a pari punti con Sersale e Gallico Catona è la squadra messa meglio in classifica avulsa.
Soriano: poco importerà il risultato di Siderno. I vibonesi infatti sono condannati a disputare i playout da quart’ultima. Resta solo da capire se contro Acri o Cutro.
Acri: lo scontro diretto dell’ultima giornata contro il Sersale è di importanza fondamentale. E bisogna vincerlo per continuare a sperare: un pareggio e, peggio ancora, una sconfitta, potrebbe significare retrocessione diretta per la regola dei dieci punti, tranne nel caso di harakiri di una tra Cutro, Isola Capo Rizzuto e Gallico Catona. Una vittoria garantirebbe ai rossoneri i playout contro il Soriano, considerato gli scontri diretti favorevoli contro il Cutro. Idem con pareggio e sconfitta, qualora il Cutro facesse il medesimo risultato dei cosentini.
Cutro: i tre punti nel derby con il Cotronei sarebbero garanzia di disputare il playout. Contro chi? Con il Soriano in caso di mancato successo dell’Acri, contro una tra Sersale, Gallico Catona e Isola Capo Rizzuto in caso di vittoria dei rossoneri. Un pareggio con il Cotronei sarebbe comunque sufficiente in caso di sconfitta dell’Acri, ma sarebbe letale in caso di pareggio dei rossoneri e di contemporanee vittorie di Gallico Catona e Isola: in quella circostanza infatti arriverebbe la retrocessione diretta per via della regola dei dieci punti, considerando anche lo scontro diretto, a sfavore, con l’Acri.

RCSPORT

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.