Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

MARINA DI GIOIOSA: IL CENTRO PER L’INFANZIA ‘MARSUPIO’ SI TINGE DI BLU PER L’AUTISMO

233

Il 2 aprile di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, che giunge oggi alla sua 12/ma edizione. I numeri, secondo le più recenti stime epidemiologiche, segnalano che l’autismo è una condizione in aumento. Sono, infatti, circa 600mila le famiglie italiane coinvolte, si parla di 1 bambino colpito su 100. Lo scopo del 2 aprile da alcuni anni a questa parte è divenuto, così, proprio quello di di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti di una condizione che riguarda un numero sempre maggiore di bambini e per stimolare l’impegno al miglioramento dei servizi e alla promozione della ricerca. E mentre da medici ed esperti giunge forte l’appello a realizzare una vera “inclusione” per le persone affette da questa patologia, a partire dai bambini, sono numerose le iniziative in tutta Italia organizzate per lanciare un segnale concreto della sensibilità e della vicinanza ai tanti bambini e alle tante famiglie che ogni giorno affrontano con forza il percorso legato a questi disturbi. Tra tali iniziative spicca quella realizzata stamane dai bambini del Centro per l’Infanzia “Marsupio” di Marina di Gioiosa Jonica. Una giornata dedicata proprio alla sensibilizzazione ed alla migliore comprensione della condizione autistica e, in conseguenza, ad una migliore accoglienza. Il “Marsupio” si è tinto di blu, colore simbolo della giornata odierna, e tra un piccolo flash mob, la realizzazione di lavoretti di digito-pittura, collage e giochi interattivi è stato spiegato ed elaborato il concetto di diversità visto non come ostacolo bensì come risorsa. L’accettazione della diversità è fondamentale fin da piccoli per lo sviluppo cognitivo e la crescita. “I bambini non nascono con la consapevolezza che qualcuno possa essere diverso dall’altro, la loro sana ingenuità non crea distanze, non crea differenze. È sempre l’ora di costruire un castello insieme, o tirare un calcio ad un pallone” fanno infatti sapere dal Centro per l’Infanzia di Marina di Gioiosa Jonica. Ed in effeti è stato dimostrato come nelle scuole dove questo lavoro di sensibilizzazione è stato fatto si è riscontrato in generale un comportamento maggiormente collaborativo nei confronti del bambino o ragazzo appartenente allo spettro autistico.
Complimenti alla sensibilità dei piccoli del “Marsupio”.

ALESSANDRA BEVILACQUA|redazione@telemia.it

 

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.