Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Pasqua:Vescovo Locri,vivere riti ma no a tentazione folklore

250

“Pietà popolare predisponga animo ad accogliere il Risorto”

“Invito tutti a vivere la Settimana Santa partecipando ai misteri che vi si celebrano, superando la tentazione di assistere ad essi come ad uno ‘spettacolo’ che suscita, sì, emozioni, ma che poco coinvolge la vita personale. I riti della pietà popolare devono predisporre il nostro animo ad accogliere il Risorto. Non vanno ridotti a folklore o a semplici manifestazioni che non parlano più al nostro cuore e non contribuiscono affatto alla nostra conversione”. E’ quanto afferma il vescovo di Locri-Gerace mons. Francesco Oliva in un messaggio inviato alle comunità parrocchiali della Locride. “Con la celebrazione della Domenica delle Palme – prosegue il presule – è iniziata la Settimana Santa. Una settimana molto attesa e partecipata nelle nostre comunità. C’è chi attende con impazienza i riti e le tradizioni popolari, che hanno scandito e continuano a scandire la fede semplice del nostro popolo. Oggi però in un mondo secolarizzato dobbiamo chiederci: sino a che punto è sufficiente contentarsi di assistere a questi riti? Non è il caso di guardare oltre, più in profondità, facendo nostro il messaggio di fede che attraverso di essi sin dalla loro origine s’è sempre inteso comunicare?”. “Chiedo alle comunità parrocchiali – sottolinea mons. Oliva – di ritrovarsi intorno al Risorto nell’unica celebrazione della Veglia che sarà nelle chiese parrocchiali. Ciò che è essenziale è vivere la Pasqua nell’incontro con il Signore, riconciliati nell’animo grazie al perdono ricevuto con la confessione”.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.