Placanica: Turisti per caso e… case per turisti

440

 

 

Dev’essere rimasta davvero incantata la signora Almut Müller, se ha deciso di raggiungere il paesino dell’entroterra reggino Placanica non una, bensì due volte, e per giunta convincendo il fratello Bernfried a intraprendere il lungo viaggio con sé.

Questo borgo medievale, a metà tra il mare e la montagna, immerso nel verde e lontano dal traffico cittadino, dev’essere sembrato un’oasi di pace ai due fratelli tedeschi.

Un luogo nel quale prendersi una vacanza, una sosta gradita nel lungo anno lavorativo, una realtà molto diversa dalla loro, un punto di appoggio per raggiungere in pellegrinaggio la Madonna dello Scoglio di Santa Domenica: per quindici giorni, Placanica è stata tutto questo per loro.

E dev’essere sembrato strano ai cittadini del borgo veder passeggiare due facce straniere e sorridenti, domandandosi da dove venissero e dove alloggiassero in questo periodo invernale. Sì, perché di solito i turisti tedeschi affollano le coste estive dei paesi limitrofi, che hanno il vantaggio di offrire loro mare, sole e servizi di ristorazione che Placanica non possiede. Invece l’Associazione di Promozione Sociale Innovus e il suo presidente Ing. Nicola Raschellà hanno dimostrato che fare turismo destagionalizzato in un contesto modesto e apparentemente svantaggiato come Placanica è possibile, e che le realtà che possono sembrare non idonee ad una tal tipologia di attività hanno invece mille risorse nascoste, e per questo da scoprire.

Placanica è un paese ricco di storia, che ha ospitato personaggi come Tommaso Campanella, ricca di bellezza grazie alle sue chiese bizantine e poi barocche, al suo chiostro del Convento dei Domenicani e al fascino della vista sul centro storico, che offre all’occhio del passante l’impressione di aver difronte un presepio di dimensioni umane. Almut e Bernfied devono aver pensato di essersi trovati in un’atmosfera magica e si sono sentiti felici di aver ricevuto un’ottima accoglienza in un luogo così lontano e diverso dal proprio Paese.

La loro esperienza è stata possibile grazie al Progetto Pilota denominato R.E.A.M. e proposto dall’associazione Innovus, il quale offre ai privati cittadini la possibilità di usufruire di una vetrina web dove poter affittare, vendere e ristrutturare abitazioni appartenenti ai territori dei comuni di Placanica e della vicina Stignano, con soluzioni alla portata di tutti e in qualsiasi periodo dell’anno, grazie alla vicinanza del mare e della montagna. Di certo, ci saranno altri turisti come i fratelli Müller, felici di ritornare nei nostri luoghi grazie al caldo benvenuto che hanno ricevuto e alle bellezze che il nostro territorio ha da offrire.

                                                                                                                La Curatrice di Innovus Aps

                                                                                                         Dott.ssa Chiara Aiello

 

 

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.