Serie B | Il Crotone affonda il Venezia: poker rossoblu al “Penzo”

368

Solo 4 gare al termine di questo strano campionato che il Crotone deve ancora salvare, nonostante il gran girone di ritorno. Per la trasferta di Venezia, Stroppa perde Spolli (che però va in panchina) oltre a Golemic squalificato e Nalini lungodegente. Tante le assenze invece nei veneti che rinunciano a ben 5 elementi di spicco.

Le due squadre di schierano a specchio con gli squali che però presentano alcune novità: Stroppa infatti rinuncia a Rohden preferendogli Zanellato e chiama in causa Marchizza a completare la difesa a 3.
Partono forte gli uomini di Cosmi i quali cercano spesso e volentieri il lancio lungo su Bocalon cercando di sorprendere la difesa pitagorica anche se la prima conclusione verso la porta è di Simy che però non impensierisce Vicario al 12′.
Tre minuti dopo, al 15′, Lombardi sfonda delle corsia di destra ed effettua un tiro – cross sul quale Cordaz ci mette il piede e devia in corner.
Dalla bandierina Vaisanen stende Domizzi, calcio di rigore: dal dischetto va lo stesso capitano che spiazza il portiere rossoblu e porta avanti i veneti, 1-0 al 17′.
Reazione Crotone con un cross di Pettinari per la testa di Simy che però non centra la porta da pur ottima posizione e poi qualche minuto dopo con la rete del pareggio.
Sampirisi arriva sul fondo ed effettua il traversone che viene respinto dalla difesa arancio-nero-verde, sfera raccolta da Barberis che dai 16 metri controlla, prende la mira e calcia a giro battendo Vicario. Siamo al 22′ e la parità è ristabilita.
Il gol del pari trasmette coraggio agli uomini di Stroppa che accelerano il ritmo del palleggio e provano a insediarsi nella metà campo avversaria. Ad onor di cronaca però, l’occasione più limpida arriva per i padroni di casa al 37′: cross dalla destra di Lombardi per Bocalon che stacca alla grande ma non trova la porta (per fortuna degli squali) davvero per un soffio.

L’inizio della ripresa, al contrario della prima frazione, è di marca pitagorica: Simy vince un rimpallo in mezzo al campo e serve Molina sulla sinistra che con un dribbling a rientrare supera l’avversario diretto mette un cross basso che Benali non può far altro che depositare in rete. Vantaggio ospite al 48′. Subito dopo padroni di casa in avanti: dagli sviluppi di un corner Coppolaro stacca e Simy salva sulla linea. Si accende la gara. I rossoblu però hanno intenzioni diverse e spengono subito le velleità di rimonta al 55′: Simy lotta con due avversari alle calcagna, vince il duello fisico ed appoggia a Benali che di prima serve Zanellato il quale dal limite lascia partire un destro che si infila sotto la traversa. Venezia 1, Crotone 3. Dunque i pitagorici con un grande sprint ad inizio ripresa, hanno portato la gara dalla loro parte, annichilendo gli uomini di Cosmi. Gli ospiti poi infieriscono sui veneti che maldestramente perdono palla nel cuore della difesa al 71′ lasciando una prateria a Benali che realizza la sua personale doppietta battendo Vicario con un tiro che finisce sotto le gambe del portiere di casa. I tifosi del Penzo sono letteralmente stizziti dalla pessima prova della loro squadra che percepisce il malcontento dell’ambiente e si innervosisce anche nei riguardi dell’arbitro Giua costretto ad espellere Lombardi al 76′ per reiterate e violenti proteste. Il Crotone continua ad essere padrone del campo e al 79′ è Milic a sfiorare la quinta marcatura con un sinistro che finisce di pochissimo fuori.

Con questa vittoria gli uomini di Stroppa allungano in maniera consistente il vantaggio proprio sui lagunari distanti 4 punti e con lo scontro diretto a favore. Ora il Crotone ospiterà il Benevento allo “Scida” Mercoledì prossimo in uno scontro molto sentito da entrambe le tifoserie e con gli squali che possono continuare la corsa salvezza con un po’ più di tranquillità.

 

Tabellino:

Venezia – Crotone 1-4 (17‘ Rig.Domizzi, 22‘ Barberis, 48′ e 71′ Benali, 55′ Zanellato)

VENEZIA (3-5-2): Vicario; Coppolaro, Modolo, Domizzi; Zampano, Segre 68′ St Clair), Schiavone, Pinato (54′ Besea), Lombardi; Rossi (56′ Vrioni), Bocalon. ALL. Cosmi.

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Curado, Vaisanen, Marchizza; Sampirisi (73′ Milic), Zanellato, Barberis (61′ Rohden), Benali, Molina; Pettinari (69′ Machach), Simy. ALL. Stroppa.

Arbitro: Giua di Olbia

Ammoniti: Rossi, Sampirisi, Barberis, Schiavone

Espulsi: Lombardi

Note: 4152 spettatori

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.