Mer. Mag 12th, 2021

Gli amaranto di Loccisano sono attesi dalle sfide contro Cittanovese e Bari

Il pareggio interno ottenuto giovedì scorso nel turno infrasettimanale contro il Messina non ha migliorato affatto la posizione del Roccella anche se il concomitante pari del Rotonda, nel match-salvezza contro la Sancataldese, non ha fatto scivolare il team ionico al penultimo posto della graduatoria, ossia nella zona rossa che a fine campionato significherebbe retrocessione diretta. Nonostante ciò, però, a due giornate dalla fine il Roccella del giovane tecnico Nicola Loccisano è ancora a rischio retrocessione diretta. Visto, infatti, il calendario non particolarmente difficile della squadra lucana (domenica prossima contro il già promosso Bari e poi, all’ultima giornata, contro il Messina già salvo e con la testa rivolta alla finale di Coppa Italia dilettanti contro il Matelica), al Roccella, per evitare di essere agganciato o superato, appunto, dal Rotonda, serviranno non meno di quattro punti negli ultimi due turni. Riuscirà il team calabrese nelle prossime due gare contro Cittanovese e Bari a garantirsi almeno, dopo, comunque, un’annata sportiva davvero disastrosa sotto tutti i punti di vista societari e tecnici, lo spareggio playout (tre i possibili avversari: Locri, Città di Messina e Sancataldese)?

Con la formazione al completo e con un po’ più di “cattiveria” agonistica in campo il Roccella potrebbe tranquillamente raggiungere l’obiettivo dello spareggio e giocarsi così l’ultima chance di salvare in extremis la serie D. Contro la Cittanovese, Loccisano, rispetto alla gara pareggiata contro il Messina, recupererà alcune pedine importanti. Saranno nuovamente a disposizione l’esperto difensore Amelio, l’esterno sinistro Asselti e il centrocampista Osei. Anche l’attaccante Adusa è ormai pronto a fare il suo rientro.

ANTONELLO LUPIS (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.