Sab. Apr 10th, 2021

 

Un successo per il dialogo “Partecipativo con i cittadini sul futuro dell’Europa”, che si è tenuto il 3 Aprile 2019 a Gioiosa Jonica. L’iniziativa durata oltre 3 ore con la partecipazione di un centinaio di cittadini da tutta la regione è stata realizzata dalla Commissione Europea con l’EDIC “Calabria&Europa” ed il patrocinio del comune di Gioiosa Jonica.

Guidati, con la metodologia del work café, da tre facilitatrici professioniste del Team Work della Commissione Europea, i partecipanti hanno potuto dialogare e confrontarsi personalmente ed a piccoli gruppi sulle tematiche da loro ritenute più rilevanti per il futuro dell’UE.

Un evento innovativo nel suo genere che ha permesso di esplicitare le attese, le paure ma anche le speranze comuni ad ognuno sull’ Europa e sul ruolo degli Stati membri per il benessere condiviso, l’ambiente, la crescita economica, la parità di genere, le migrazioni e l’inclusione sociale.

Nessun tema è restato fuori dall’analisi dei cittadini attivi della Calabria pervenuti a Gioiosa Jonica da Sibari, come da Cosenza e Reggio Calabria, Catanzaro ma anche in gran numero residenti nelle città di provincia del Reggino come Palmi, Bovalino, Locri, Monasterace, Siderno, Vibo Valentia o Polistena. Attivi sono stati i professionisti, i docenti universitari o delle scuole superiori, così come i giornalisti o ancora i sindaci, tutti operanti come semplici cittadini sullo stesso piano per dialogare senza schemi prefissati.

Non sono mancati i giovani che attivamente hanno fatto emergere il loro punto di vista ed i loro pareri sulle tematiche prioritarie per il loro futuro. Discutendo di riconoscimento dei titoli di studio in ambito comunitario, fino alla possibilità di muoversi in piena sicurezza tra gli stati membri e soprattutto di poter rientrare in patria con maggiori sicurezze e soddisfazioni una volta formatisi anche grazie ai programmi di studio e di scambio europei.

Il dialogo si è svolto presso la sala del teatro al Castello di Via Caracciolo, completamente trasformata in un laboratorio di dialogo e confronto civico, ornata da pannelli artistici editi a mano da Carlotta Cataldi, raffiguranti i vari step del dialogo a guidare le tappe dall’inizio alla fine la riunione.

I lavori, introdotti da Alessandra Tuzza responsabile dell’EDIC “Calabria&Europa”, hanno consentito ai cittadini della Locride di condividere preoccupazioni e raccomandazioni sull’Europa di oggi per tentare di costruire insieme quella del futuro. Vi hanno preso parte attiva le istituzioni cittadine a partire da Salvatore Fuda, Sindaco della cittadina, e comunitarie come Vito Borrelli, vice capo della Rappresentanza In Italia della Commissione Europea o Joachim Ott – Capo Unità Dialoghi coi Cittadini DG Comm. A chiudere il dialogo restituendo il passaporto di Cittadinanza ai partecipanti  è stata Nora Allavoine curatrice dell’azione Dialoghi coi Cittadini della DG Comm. Il report di Gioiosa Jonica sarà trasferito al Presidente della Commissione europea, al Primo Ministro italiano e ai capi di Stato o di governo degli altri Stati membri dell’UE nel corso del  vertice speciale sul futuro dell’Europa in programma a maggio a  Sibiu in Romania.

A conclusione dei lavori il Light dinner offerto a tutti i partecipanti, nel corso del quale si è tenuto lo scambio informale con la delegazione di 30 cittadini rappresentati di ben sette città Europee ospiti nella vicina Gerace.

 

 La Segreteria Organizzativa

EDIC Calabra&Europa di Gioiosa Jonica

www.eurokomonline.eu

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.