SAN LUCA, ANOLDO: ‘5 ANNI DI AMMINISTRAZIONE PREFETTIZIA FALLIMENTARE’

420

Nonostante i goffi Tentativi di Nascondere il Reale stato delle casse del Comune di San Luca da parte del Commissario Gullì, la verità ormai è sotto gli Occhi di Tutti. Il primo a lanciare l’allarme fu l’ormai ex candidato a Sindaco del Comune Francesco Anoldo di Calabria Attiva, che a pochi giorni dalla presentazione delle Liste annunciò  il Ritiro perché il Comune si trovava Sommerso da debiti e l’unica azione possibile sarebbe stato il Dissesto. 1 Milione  e Mezzo di Euro a tanto ammonterebbe il debito del Comune Aspromontano che dopo 6 anni sperava di tornare alla Normalità Amministrativa. Certo adesso finalmente le liste ci sono ma da chi sono state proposte? A sentire i cittadini di San Luca  sicuramente non sono Il frutto di una democratica espressione della società civile ma

Più che altro sono un Tappo per nascondere i 5 anni di amministrazione Prefettizzia fallimentare.

Ma entriamo nelle specifico e andiamo a vedere chi sono i due Candidati:

Sergio Mariotti in arte Klaus David, giornalista, opinionista che rimbalza dai salotti televisivi alle strade della Calabria dove spesso rincorre Ndranghetisti e Ndranghetari per strappargli una dichiarazione avvolte ponendosi in modo arrogante e spocchioso, forte del fatto che ad accompagnarlo ci sono sempre Agenti della DIGOS. Lo scorso anno era esattamente il Mese di Maggio Arriva a San Luca per piantare il Suo cartello della Democrazia certo adesso C’è il Breand San Luca da Sfruttare, una gallina dalle Uova d’oro Giornalisticamente parlando, un occasione da non perdere per uno Che parlando di Ndrangheta ha Spopolato i Salotti Televisivi fino ad arrivare nelle prime serate di Mediaset.

Ovviamente in questo suo percorso fa spesso riferimento alle Ndrine e alla Ndrangheta quasi come un Ritornello da Canticchiare per attirare lattenzione. Come non ricordare “L’ordine di Non Votare arriva dai Mamma Santissima che sono in Carcere” e poi ancora la Ndrangheta non vuole la Lista di Klaus Davi, e poi i vari articoli che andavano Dal Cambio Del Nome a San Luca fino alle vicende Private che parlano di un  amore Omosessuale che lavora Addirittura nei Servizi Segreti…

Insomma il Candidato Ideale per quelli che Molti hanno definito la Culla Della Ndrangheta (Senatori Compresi) salvo poi andarci in quella Culla a Raccattare voti magari Parlando della Strada per polsi, ormai diventata Argomento che dalle nostre parti Cammina parallelamente al Ponte sullo Stretto.

L’altro Candidato invece è Bruno Bartolo, Infermiere in Pensione, ex amministratore “assessore”  del comune di San Luca, Socialista,  membro del Consiglio d’amministrazione della Fondazione Alvaro, e componente del Movimento pro San Luca.

Un Personaggio Strano Bruno Bartolo, un politico Mediocre uno che si candida alla Provincia (unico candidato del paese) ma prende poco meno di 400 voti su 2000 e più votanti.

Uno che ha Sempre contestato chi andava a fare le passerelle a San Luca ma in quelle passerelle lui era sempre presente, come lo stesso era presente anzi era fra i promotori insieme al Movimento pro San Luca, della Raccolta firme per la conferma del Commissario Gullì nel 2016.

È uno strano personaggio Bartolo che all’indomani della sua candidatura Dichiara: “Mi Candido perché San Luca è Stata abbandonata dai Partiti,” certo forse si può non dargli torto ma mi piace ricordargli che lui per anni con i partiti si è seduto a tavola certo indossando un altra veste   quella di consigliere della Fondazione che però al suo interno ha Il Governatore della Regione Calabria è Un Delegato della Provincia, oltre ovviamente al Commissario Gullì che faceva le veci Del Sindaco. Quindi immagino che di occasioni in 5 anni per parlare dell’abbandono di San Luca ne abbia avute e se non l’ha fatto perché?.

Strano Politico Bartolo uno che prima sostiene che a San Luca non si deve votare, poi Che La Fondazione Alvaro non fa Politica, poi Raccoglie le Firme al Commissario perché meglio il Commissario che un sindaco, alla fine però Si Candida Lui a Capeggiare una Lista del Paese scelta fra gli Amici al bar Ovviamente con la supervisione del Commissario Gullì. 

Un po’ Banderuolo Questo Bruno Bartolo che per 5 anni  con il Suo Comitato e la Sua Fondazione non si accorge che i Giovani Vanno Via, che il paese Sta morendo, che si costruiscono Pozzi dove non Servono, Si pagano tasse per servizi Inesistenti e Sopratutto ritengono giusto che per entrare in comune bisogna Farsi Riconoscere come se si entrasse in una Caserma dei Carabinieri.

In ogni Caso Faccio Tanti Auguri ai Due candidati a Sindaco ma l’augurio più grande lo Faccio ai Sanluchesi che possano Realmente capire chi ha distrutto loro ed il Loro Paese….

FRANCESCO ANOLDO

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.