3 Dicembre 2020

La Procura generale ha chiesto la condanna a 17 anni e 8 mesi di reclusione per Antonio Sgrò, imputato per l’omicidio del nipote Francesco Filippone, avvocato penalista ucciso il 23 febbraio del 2017 a Locri.

 

In primo grado il gup di Locri ha condannato l’imputato a 30 anni di carcere, all’esito del processo che si è svolto con le forme del rito abbreviato. Il giudice ha accolto la richiesta di pena formulata dal pubblico ministero all’esito dell’articolata requisitoria, nel corso della quale ha ripercorso gli esiti delle indagini che sono state eseguite da carabinieri e polizia.

In sede di requisitoria il pg ha chiesto la riforma della sentenza di Locri, chiedendo un sensibile sconto di pena, previa esclusione dell’aggravante dei futili motivi per come richiesto dalla difesa dell’imputato nell’atto d’appello.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.