BRANCALEONE: FIERA DI SAN PIETRO, RIVIVONO I GIORNI PIÙ “MAGICI” DELL’ANNO

318

Il ricco programma unisce fede, divertimento e promozione turistica

Un’antichissima tradizione torna ad essere momento rilevante d’incontro per Brancaleone: la “Fiera di San Pietro”. Era il 1826 (ben 193 anni fa) quando il comune ottenne il permesso di organizzare una fiera annuale nei giorni 27, 28 e 29 giugno, in concomitanza con la ricorrenza del patrono. Anticamente e fino all’inizio degli anni ‘80 i giorni dal 27 al 29 giugno vedevano svolgersi in paese ben più che una festa, ma un vero e proprio “mercato” di comprensorio. Era infatti il momento in cui si incontravano ufficialmente “per trattare” (spesso con il baratto) le persone dell’entroterra con quelle della marina. Uno scambio di prodotti che oltre alla rilevanza economica aveva un enorme coinvolgimento sociale, nel quale si incontravano e si mescolavano le usanze della campagna con quelle della marineria, dove gli oggetti di produzione artigianale diventavano “tesori” attesi per un anno intero.

Oggi, naturalmente, il tutto ha un aspetto esclusivamente ludico, ma ancora si percepisce la “magia” di questo evento, in quelle persone che hanno vissuto quegli anni. Proprio per recuperare questo antico spirito la ProLoco ha voluto quest’anno enfatizzare la festa con un ricco calendario di eventi che coinvolge tutta la cittadina. I quattro giorni in pieno svolgimento vedono un ricco programma, grazie alla sinergia tra Pro Loco, Comune, commercianti, associazioni e parrocchia.

Il programma religioso, con la tradizionale novena al santo patrono, si dipana tutti i pomeriggi dalle 17,30 nella Chiesa di San Pietro Apostolo a Brancaleone Marina, per proseguire con il programma civile, nel quale arte, artigianato, gastronomia ed eventi collaterali animano la cittadina dal mattino al pomeriggio. Inoltre sul corso Umberto I tutte le attività commerciali prolungano l’apertura fino a tarda sera con iniziative promozionali.

Un momento di approfondimento si terrà oggi pomeriggio alle 19 nella dimora del confino di Cesare Pavese, con una conferenza dedicata alla memoria storica di San Pietro, attraverso la devozione popolare. Domani alle 18 nella chiesa parrocchiale sarà celebrata la solenne cerimonia eucaristica in onore di San Pietro Apostolo, con a seguire il tradizionale bacio della santa reliquia. Non mancano anche i momenti di “golosità” con la “Festa del gelato artigianale” a cui hanno aderito tutte le gelaterie del centro e del lungomare.

I giorni di festa sono anche l’occasione per visitare i luoghi di storia e di cultura di Brancaleone, con l’iniziativa “Musei aperti”: fino alle 20 si potrà accedere al Museo del Mare, al Centro recupero delle tartarughe marine e alla dimora del confino di Cesare Pavese. Domenica concluderà un evento speciale e molto atteso: il Beach Trekking organizzato dalla Pro Loco in collaborazione con l’associazione Caretta Calabria Conservation (associazione no profit che si occupa della tutela delle tartarughe marine della specie Caretta caretta). Una passeggiata in spiaggia da Brancaleone a Galati nell’ambito del progetto “Kalabria Experience” per conoscere da vicino i luoghi di nidificazione delle tartarughe e sensibilizzare sulla salvaguardia di questi animali e di tutto l’ambiente, oggi motore portante del turismo nella cittadina, che ripartendo dalla tradizione apre ufficialmente la stagione turistica 2019.

(FONTE GAZZETTA DEL SUD)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.