DIALISI TAURIANOVA, PARLA BOETI L’ATTENZIONE RESTA ALTA E’ GIUNTO UN MEDICO SI RESTA IN ATTESA DEGLI INFERMIERI

91

“Apprendiamo con soddisfazione che un nuovo medico è stato assegnato alla Divisione dialisi dell’Ospedale di Taurianova: un struttura importante per l’attuazione concreta del diritto alla salute dei cittadini e per la cui difesa dal pericolo di smobilitazione la Sezione ANPI di Taurianova si era attivata attraverso un comunicato stampa con il quale si preannunciava in caso di mancati segnali positivi, un esposto alla Magistratura. “ Lo ha dichiarato il Presidente della Sezione intercomunale dell’ANPI di Taurianova “Salvatore Bibi Carrozza”, Giuliano Boeti che ha però aggiunto “ – l’assegnazione di un medico è un segnale positivo ma non si può certamente dire che l’emergenza sia risolta. Servono medici e paramedici e serve soprattutto una visione nuova che consenta di programmare nella ex struttura ospedaliera di Taurianova, un rilancio dell’offerta sanitaria che orbita intorno alla Dialisi. “. “L’ANPI ha come suo principale obiettivo – ha sottolineato Boeti – difendere la Costituzione e i diritti che la Costituzione garantisce. E il diritto alla salute e alle cure e alla assistenza sanitaria è tra questi. Non si può continuare a giocare a monopoli sulla pelle dei cittadini del comprensorio. Urge programmare e investire con serietà e onesta in una offerta sanitaria che valorizzi al momento il patrimonio edilizio sanitario disponibile e inutilizzato. Urge assumere personale medico e paramedico e razionalizzare le spese diminuendo i centri di acquisto ” . Per questo – conclude Boeti – attraverso gli organi centrali dell’ ANPI proporremo che venga istituita a livello nazionale una unica stazione appaltante per gli acquisti del materiale di consumo di tutte le ASP italiane che dovranno limitarsi solo a inoltrare le richieste ad un apposito provveditorato . Le siringhe e i pannolini dovranno costare allo stesso modo da Milano a Siracusa. E così si porrà fine a sprechi e gare d’appalto che non contribuiscono a ridurre i costi di una sanità troppo spessa gestita da gente poco parsimoniosa . Per tornare alla Dialisi , Boeti ha concluso ribadendo che “ l’attenzione resta alta e non si esiterà a denunciare nelle dovute sedi quelle decisioni e quei comportamenti che mirino a ledere la divisione Taurianovese e le aspettative di una utenza sempre più in ambasce”

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.