La Bovalinese resta legata al rebus “Cartisano”

158

È un periodo di riflessione ma la società è chiara: «Non si cederà il titolo»

Ancora silenzio in casa Bovalinese anche se in settimana sembra previsto un incontro tra i dirigenti per fissare le linee guida in vista della nuova stagione. Tuttavia non è un momento semplice, è il momento delle scelte: bisogna scegliere se fare ancora una stagione sacrificati in una struttura decadente come il “Cartisano” o magari lasciarla per emigrare altrove o addirittura chiudere bottega.

Su questa ultima sciagurata ipotesi la dirigenza è stata chiara, ribadendo senza lasciare spazi a margini di dubbio che «il titolo non si vende». Poche settimane addietro era circolata la voce di una possibile cessione del titolo ad una cittadina vicina, ma la smentita è arrivata tempestiva e netta.

C’è voglia di continuare ma chiaramente come abbiamo già scritto il comunale di Bovalino non favorisce l’attività, ne della Bovalinese ne delle altre realtà che operano sul territorio. Sentita l’Amministrazione Comunale ci è stato spiegato come trovare una soluzione veloce non sia attualmente possibile. Per il “Cartisano” ci sarebbe già un progetto pronto, per una cifra importante che però non c’è la possibilità di finanziare senza che vengano coinvolte le casse comunali, a cui, visto anche lo stato di dissesto, attualmente non si può attingere. L’Amministrazione comunale avrebbe anche in mente di chiedere aiuto alla Città Metropolitana per risolvere quantomeno il problema della tribuna coperta, ma al netto dell’esito positivo o negativo sulla richiesta che il comune potrebbe avanzare, la tempistica sicuramente non aiuta. La strada maestra da seguire è sicuramente il dialogo, per garantire di proseguire l’attività calcistica della Bovalinese, oramai ultra centenaria.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.