SIDERNO, APPELLO ALLA PULIZIA

133

«Educare i giovani al rispetto delle regole, e intervenire direttamente, dove possibile, con le persone che sporcano»

Domani sarà una domenica di mobilitazione per molti sidernesi, che stimolati da varie associazioni, ambientaliste e non, del territorio daranno vita a un’intensa giornata ecologica con l’obiettivo di effettuare una pulizia straordinaria sulla spiaggia e in altre zone cruciali della città. Il coordinamento dell’iniziativa, affidato al Corsecom presieduto da Mario Diano, si sta anche interessando per allestire un gazebo nel quale sarà esposta una serie di pannelli contenenti slogan per “scuotere” quanto è più possibile i cittadini e invitarli alla partecipazione.

I pannelli faranno da cornice anche all’iniziativa che sarà accompagnata da un piccolo corteo chiamato a sfilare sul lungomare visto che l’appuntamento per il raduno è stato fissato per le ore 8 davanti al Monumento al marinaio, nella parte centrale della ricostruita passeggiata marina sidernese.

Mario Diano in una lettera-appello diffusa alla vigilia di questa importante iniziativa chiarisce che uno degli scopi principali che gli organizzatori si pongono, oltre alla necessità di dare una adeguata “ripulita” ai posti che prevedibilmente saranno quelli più frequentati dell’ estate sidernese è quello di «evidenziare ai commissari straordinari che attualmente gestiscono la cosa pubblica che i cittadini sidernesi hanno la capacità e la sensibilità di organizzarsi per garantire una partecipazione attiva a favore della propria Siderno che è fatta da una grandissima maggioranza di persone perbene».

Non a caso gli slogan che si stanno preparando e che faranno da cornice all’iniziativa sono incentrati sulla riscoperta dell’orgoglio di «sentirsi sidernesi», fieri di stare accanto alle istituzioni se le istituzioni faranno altrettanto con i cittadini. Nella nota del presidente del Corsecom anche una specie di decalogo indirizzato alla cittadinanza che invita a non abbandonare le buste con rifiuti per strada, a non buttare bottiglie e lattine sotto le ringhiere del lungomare, ad educare i giovani al rispetto delle regole, a intervenire direttamente, dove possibile, con le persone che sporcano, a dedicare più attenzione anche alle periferie, a rendere insomma «la nostra Siderno più pulita e più ordinata», nella convinzione che la pulizia e l’ordine qualificano le persone e le cose.

Una iniziativa che non è solamente simbolica ma che è necessaria, intanto, per dare una pulizia seppure sommaria, ai luoghi più frequentati della città ma anche per istituire un più stretto rapporto di collaborazione con la terna commissariale che attraverso la commissaria Matilde Mulè sta seguendo con attenzione il notevole lavoro che stanno facendo i responsabili delle associazioni cittadine.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.