AC LOCRI, UN TENTATIVO PER RISOLVERE LA CRISI

149

Tuttavia c’è fiducia da partedegli amministratori circal’iscrizione al campionato

Si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri, nella sala del Consiglio Comunale, l’assemblea pubblica convocata dal sindaco Giovanni Calabrese per tentare di risolvere la crisi societaria apertasi dopo le dimissioni della presidente Antonella Modafferi e la consegna del Locri al Comune. La scadenza dell’iscrizione al torneo di Eccellenza, fissata dal Comitato Regionale Figc per il prossimo giovedì, non consentiva di procrastinare oltre questa nuova fase della vicenda che vede protagonista il titolo amaranto.

All’incontro ha partecipato un nutrito gruppo di sportivi e gli amministratori (oltre al sindaco il vice Sainato, l’assessore allo Sport Fontana, il presidente del Consiglio Maio ed il consigliere Previte) hanno illustrato lo stato delle casse societarie, comunicato dalla ex presidente attraverso varie trasmissioni di documentazione via via richiesta dal sindaco.

Alla documentazione ricevuta dalla società il sindaco ha unito quanto pervenuto dagli organi federali in relazione ai contratti dei calciatori depositati in lega (il totale ammonta a circa 138.000 euro, da cui ovviamente defalcare quanto pagato nel corso della stagione), evidenziando che per la coincidenza dei dati necessitano ulteriori approfondimenti, direttamente sentendo i calciatori, nonché lo staff, della stagione appena conclusa.

Insomma una situazione non del tutto chiara e, quindi, ancora dubbi sul prosieguo di eventuali trattative con potenziali nuovi soci. Gli amministratori, comunque, hanno comunicato di essere fiduciosi innanzi tutto per la regolarizzazione dell’iscrizione e, poi, per dirimere le questioni ancora aperte. Aggiornamento ad inizio della prossima settimana per gli ulteriori sviluppi e tifosi, quindi, in trepida attesa di conoscere il futuro del Locri.

CARMINE BARBARO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.