Bagaladi (RC): ritrovata piantagione di cannabis. Due arresti

403

Ieri, i Carabinieri della stazione forestale di Melito Porto Salvo assieme ai colleghi della stazione Parco di Bagaladi e Stazione Carabinieri di Saline Joniche, nell’ambito dell’operazione denominata “Crivani”, scaturita da articolate attività di indagini, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione dei Giudici per le Indagini Preliminari nei confronti dei fratelli STELITANO Pietro Antonio, nato a Melito di Porto Salvo (RC) il 13.08.1983 e STELITANO Sebastiano, nato a Melito di Porto Salvo (RC) il 27.09.1979, poiché ritenuti responsabili dei reati p. e p. dagli artt. 110 c.p., 73 co. 1 e 4 del DPR 309/90, perché, in concorso tra loro, senza la prevista autorizzazione di cui all’art. 17 del predetto DPR, e comunque illecitamente, coltivavano all’interno di un’area sita in località “Crivani”, agro del Comune di Bagaladi (RC) piantine di cannabis di specie sativa con recidiva specifica e reiterata per STELITANO Sebastiano e con recidiva specifica infraquinquennale per STELITANO Pietro Antonio.
Si è, altresì, proceduto al sequestro di nr. 187 piantine di cannabis, in ottima vigoria vegetativa ed aventi un’altezza variabile compresa tra i 0,50 cm e i 2,00 mt.
La piantagione era alimentata con tubi di plastica alimentata da cisterna di raccolta acqua.
Gli arrestati, dopo gli adempimenti di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Arghillà e messi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 
Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.