CAMINI: IL COMPITO DEL COMUNE SVOLTO DA UN LIDO

523

In data 24 luglio 2019 il lido primavera un lido situato sulla costa jonica, più precisamente a Camini mare(RC), comunica alla Guardia Costiera la presenza di un relitto di una barca.

Lo stesso poteva destare problemi ai bagnanti in quanto era situato a due metri dalla riva ed era quasi a filo acqua, ed i bagnanti sia a nuoto che con il pedalò del Lido Primavera tuffandosi rischiavano di riportare lesioni anche serie.

Il pomeriggio del 25 luglio 2019, la Delegazione Spiaggia di Monasterace comunica al Lido Primavera che il relitto non potrà essere rimosso in quanto il Comune non ha fondi, quindi obbliga il proprietario dello stabilimento balneare attraverso l’ordinanza numero 28 di ubicare una boa rossa di segnalazione sopra il punto del relitto; la stessa ordinanza riportava che a 20 metri sia sulla destra che sulla sinistra veniva imposto il divieto di balneazione.

Lo stesso pomeriggio il Lido Primavera comunica al Comune ed alla Delegazione Spiaggia di Monasterace, attraverso PEC, che il relitto sarà rimosso in collaborazione ad un’impresa dello stesso comune ed insieme ad un sub.

All’alba del 26 luglio il relitto viene immediatamente rimosso per fornire ai bagnanti una sicura balneazione.

Ancora una volta il compito che doveva essere svolto da un ente statale viene eseguito da un semplice cittadino a proprio spese.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.