GERACE: CONFERITO IL PREMIO ‘LEONARDO 2019’ ALL’EDITORE DI TELEMIA GIUSEPPE MAZZAFERRO

549

E’ STATO CONSEGNATO A GERACE IL ‘PREMIO LEONARDO  2019’. UN VERO E PROPRIO EVENTO PER IL TERRITORIO CALABRESE  CHE HA AVUTO L’OPPORTUNITA’ GRAZIE A TALE MANIFESTAZIONE  DI RENDERE OMAGGIO ALLA ‘VERA’ CALABRIA, QUELLA CAPACE DI INNOVARE, PROGREDIRE, INVESTIRE PER LA CRESCITA ED IL FUTURO  E, SOPRATTUTTO, LOTTARE PER IL CAMBIAMENTO. IL PREMIO ‘LEONARDO’ E’ ORGANIZZATO DAL CENACOLO DELLA CULTURA DELLA LOCRIDE, RAPPRESENTATO DAL PRESIDENTE E DAL VICEPRESIDENTE, RISPETTIVAMENTE GIOVANNI FILOCAMO E LUIGI MILETO, IN COLLABORAZIONE CON L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI GERACE IN OCCASIONE DEL CINQUECENTENARIO DELLA MORTE DEL GRANDE SCIENZIATO DA VINCI. QUEST’ANNO A GERACE ALLA PRESENZA DI ALCUNE ECCELLENZA DELLA CULTURA ITALIANA, CHE ATTUALMENTE ONORANO IL PROGRESSO SCIENTIFICO, I RICONOSCIMENTO SONO STATI CONFERITI TRA GLI ALTRI ANCHE ALL’EDITORE DI TELEMIA GIUSEPPE MAZZAFERRO, AL PROF. CLAUDIO BASSI, NOTO CHIRURGO ONCOLOGO DEL TUMORE AL PANCREAS DELL’  UNIVERSITÀ DI VERONA ED AL PROFESSORE SERGIO ABRIGNANI, DIRETTORE SCIENTIFICO DELL’ISTITUTO DI GENETICA MOLECOLARE INVERNIZZI DI MILANO. ASSEGNATE ANCHE 10 BORSE DI STUDIO A STUDENTI PARTICOLARMENTE MERITEVOLI DELLA LOCRIDE.

 

Si è concluso il premio “Leonardo Da Vinci 2019” che si è tenuto nella Città di Gerace il 19 e 20 luglio, organizzato dall’Associazione Culturale “Cenacolo della Cultura e delle Scienze” con il patrocino e la collaborazione dell’Amministrazione Comunale della Città di Gerace.

 

La serata del 19 luglio ha  registrato la premiazione di alcuni giovani del Liceo Scientifico Zaleuco di Locri, dell’Istituto Professionale Ipsia e dell’Istituto Tecnico “Marconi” di Siderno con delle borse di studio per degli stage in alcune delle più prestigiose università italiane.
Tra i temi affrontati e discussi il 20 luglio anche quello sulla sanità in Calabria con l’esperienza della “Romolo Hospital” di Rocca di Neto, un dialogo sui modelli finanziari per l’inclusione sociale e welfare sostenibile, i nuovi strumenti di neuroimaging ed altri compresa la “lectio magistralis” del prof. Massimo Pica Ciamarra, architetto di fama internazionale, sul tema “civilizzare l’urbano”.
I riconoscimenti sono stati conferiti, tra gli altri, anche al professore Claudio Bassi, noto chirurgo oncologo dell’Università di Verona, al professore Sergio Abrignani, direttore scientifico dell’Istituto di genetica molecolare “Invernizzi” di Milano, all’editore di Telemia Giuseppe Mazzaferro.

Lr

INTERVISTE ALL’INTERNO DI TG NEWS

 

ALESSANDRA BEVILACQUA|REDAZIONE@TELEMIA.IT

 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.