Grande Ospedale Metropolitano: calo nelle donazioni di sangue è tipico del periodo estivo, nessuna emergenza

174

In riferimento alle notizie circolate negli ultimi giorni sugli organi di stampa ed i social network circa la carenza di sangue di gruppi 0+ ed A+, la Direzione Strategica del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi-Melacrino-Morelli” di Reggio Calabria, di concerto con il Dott. Alfonso Trimarchi, Direttore del Servizio Immunotrasfusionale del G.O.M., tiene a precisare che si tratta di una situazione ciclica e congiunturale, tipica del periodo estivo, e che – comunque – l’attività di supporto in emergenza è sempre garantita grazie alla compensazione regionale, che consente alla Calabria l’autosufficienza nel settore del sangue sin dal 2006.

La nota interna del Dott. Alfonso Trimarchi riportata dai giornali aveva lo scopo di assicurare anche la tutela dei pazienti cronici dell’intera provincia.  

È corretto sottolineare, inoltre, che le Organizzazioni di Volontariato (OdV) del settore, come di consueto nel periodo estivo ed anche a seguito della nota di cui sopra, hanno intensificato le attività di raccolta attraverso una maggiore sensibilizzazione di tutti i donatori.

A testimonianza del fatto che la Direzione Strategica del G.O.M. abbia a cuore questa situazione, bisogna ricordare che negli ultimi due anni sono stati effettuati importanti investimenti in spazi, attrezzature e personale per il Servizio Immunotrasfusionale e che sono state siglate le nuove convenzioni di collaborazione con le OdV del settore.

Proprio allo scopo di far sentire la vicinanza dell’ospedale a chi dona il sangue ed a chi opera a questo fine, in data odierna il Dott. Francesco Araniti, Direttore Amministrativo Aziendale, il Dott. Giuseppe Foti, Direttore Sanitario Aziendale, e lo stesso Dott. Alfonso Trimarchi, hanno fatto visita all’UdR dell’AVIS comunale di Reggio Calabria. I rappresentanti del G.O.M. si sono intrattenuti con i numerosi volontari che oggi, come ogni giorno, donano il loro sangue esercitando un concreto esempio di cittadinanza attiva.

È necessario, però, che l’intera comunità metropolitana reggina prenda coscienza che la donazione di sangue ANONIMA, VOLONTARIA E GRATUITA, è un atto da cui nessuno deve ritenersi esonerato se si vuole una Sanità sicura ed efficiente.

Pertanto, si invitano tutti i cittadini della città metropolitana a non sottovalutare ed a non delegare un atto così importante dal punto di vista sociale che, invece, deve essere assunto come stile di vita.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.