Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

LE PERIFERIE DI SIDERNO FANNO IL TRIPLETE

159

Dopo aver vinto due premi  sulla progettazione sociale per far ripartire le politiche sociali e giovanili delle periferie ,per la prima volta nella storia di Siderno, il tutto in meno di un mese, forse in molti si sarebbero fermati a festeggiare lo storico traguardo, non considerando le altre importanti opportunità che in quel dato momento avrebbero dovuto essere colte, facendo così perdere ad un territorio più che mai bisognoso un’occasione di crescita sociale importante, che inanellata con le altre due vittorie precedenti,sicuramente  sarebbe potuta divenire una carta in più da giocare nella lunga partita contro il pessimismo cronico, il disfattismo ed il tornacontismo personale, che sembrano essersi impossessati di una terra, che nel momento di suo massimo splendore fece innamorare i greci al primo sguardo, tanto da convincerli a stabilirsi per trasformarla in una delle culle della civiltà mediterranea. Purtroppo, uno dei problemi che oggi attanaglia la nostra Calabria è proprio questo, accontentarsi di non iniziare un cammino verso un futuro all’insegna della crescita, prendendo come scuse le solite frasi di circostanza , come:“ ma chi ve la fa  fare”, “tanto non andate nessuna  parte” per non dimenticare l’ormai intramontabile “tanto da noi non cambia mai niente” seguita sempre dalla cara vecchia e romantica “non vale la pena che facciate nulla, perché questa è una terra bruciata!” frasi sicuramente bellissime e piene di sentimento, dette da personaggi dal grande carisma e conosciuti in lungo ed in largo, per tutto l’impegno personale  profuso per aiutare a crescere una  terra che ne ha disperato bisogno. Fortunatamente c’è anche chi non si accontenta e qualcosa prova a farla,  decidendo, non solo di non lamentarsi o di accampare scuse, ma addirittura azzardando di giocarsi   tutte le carte a sua disposizione dimostrando un  grande spirito d’iniziativa ed un attaccamento viscerale verso il proprio territorio. Nei casi più unici che rari sono intere comunità a muoversi, grazie alle loro risorse umane e culturali. Nello specifico a Siderno l’intera comunità della zona di Mirto-Donisi da qualche settimana sembra aver cambiato marcia, infatti dopo essere stata contattata dalla Fondazione Cattolica assicurazioni, la quale dopo uno scambio d’informazioni ed approfondimenti ha inviato una lettera ufficiale nella quale dichiarava di voler donare un contributo di 2.000 euro per un progetto sociale e dopo  aver vinto 10.000 euro grazie al bando Aviva community fund di Aviva Assicurazioni, non si ferma  inanellando un triplete di riconoscimenti,ultimo dei quali, un premio di 1.000 euro concesso dalla Caritas Diocesana. Anche questo premio sarà utilizzato  sulla progettazione sociale questa volta per il progetto “Coltiviamo Talenti”, indirizzato alla promozione di idee in favore di anziani,adolescenti e giovani. Quest’ultimo riconoscimento è stato possibile riceverlo grazie al terzo posto conquistato nel concorso ”non passare oltre senza fermarti”, concorso fortemente voluto dal Vescovo della Diocesi di Locri-Gerace Francesco Oliva e dalla Caritas diocesana  per onorare il ricordo dell’operatrice caritas Silvana Calautti prematuramente scomparsa lo scorso 2 luglio. Anche questo progetto è stato coordinato in fase di stesura e presentazione dal Dott. Francesco Gentile, questa volta però è la Caritas parrocchiale capitanata dal dinamicissimo Don Marius ad essere soggetto capofila, mentre molti esponenti del mondo dell’associazionismo e della scuola hanno aderito a livello personale, costruendo una squadra che per la terza volta in meno di un mese si è rivelata vincente. Nelle prossime settimane inizieranno le attività collegate ai progetti che puntano a rivoluzionare le periferie sidernesi e si guarderà con interesse anche al bando Metropolidea lanciato mesi fa dalla commissione politiche giovanili della città metropolitana di Reggio Calabria e scaduto il 28 Giugno, bando grazie al quale un gruppo di giovani ha presentato insieme alla parrocchia un’altra proposta progettuale.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.