Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

LOCRI (RC): UNA TESTIMONIANZA DI BUONA SANITÀ: “MIO PADRE È STATO TIRATO GIÙ DAL CIELO”

477

“Suo padre a Locri e’ stato tirato giù dal cielo”
E’ con queste parole del Dottor Pasquale Fratto (direttore dell’ U.O.C. DI Cardiochirurgia –Centro Cuore di Reggio Calabria) che desidero ringraziare a nome della mia famiglia l’equipe medica: il dott. Italia , la dott.ssa Garreffa , il dott. Barillaro , la dott.ssa Esteria , la dott.ssa Multari , il dott. Signati, che il 10 aprile scorso e’ intervenuta al pronto soccorso dell’ Ospedale di Locri, rianimando mio padre, arrivato con un arresto cardiaco e un infarto, e salvandolo da morte certa. La situazione si presentava gravissima per via di una complicazione polmonare avvenuta con l’arresto cardiaco, ma i medici di Locri per più di due ore hanno fatto tutto il possibile per rendere stabile la situazione e trasferire mio padre a Reggio , al Centro Cuore dove poi e’ stato assistito , stabilizzato e poi operato a cuore aperto dopo circa una settimana. 
Al Centro Cuore , un’eccellenza calabrese che non ha bisogno certo della mia presentazione , al primo colloquio , il Dott. Fratto ci ha spiegato quello che a Locri avevano fatto e si e’ complimentato con i suoi colleghi perché il loro primo intervento e’ stato decisivo per salvare il paziente. Un sentito ringraziamento unito a un immenso senso di gratitudine lo rivolgo al Dott. Aldo Varano , nostro medico di famiglia da sempre , che arrivato a casa ha subito capito la gravita’ della situazione e senza esitare in attimo , sfidando ogni regola e logica , si e’ preso la grande responsabilità di accompagnare personalmente in macchina mio padre al pronto soccorso ( anche perché chiamare il 118 sarebbe stato fatale). Oggi a distanza di quasi tre mesi , mio padre piano piano si sta riprendendo , non ha avuto danni neurologici ed e’ consapevole del grande miracolo che e’ stato fatto su di lui . Quello che io e la mia famiglia , oggi ci sentiamo semplicemente di dire con queste poche righe e’ che noi abbiamo conosciuto l’altra faccia della medaglia della sanità calabrese: da Locri a Reggio all’ospedale di Melito (dove papa’ ha fatto la riabilitazione); una faccia bella, pulita, umana, fatta di medici con alti livelli di professionalità, specializzazione e soprattutto senso del dovere ed empatia verso il paziente e la famiglia, medici impegnati giornalmente a salvare vite umane, tra mille difficoltà, ci siamo resi conto che esiste un eccellente sanità che viene spesso oscurata dagli episodi negativi, i medici con la M maiuscola qui ci sono e dobbiamo lottare per farli restare e migliorare il sistema. 
Un grazie sentito, dal profondo del cuore a tutti loro e anche agli infermieri e al personale ospedaliero che abbiamo incontrato in questi mesi, ci hanno dato tanta speranza e tanta fiducia in un futuro migliore in questa nostra bellissima terra.

 

Fam .Armeni
Bovalino Marina

Fonte:strettoweb.com

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.