2 Dicembre 2020

Fondazione E’ Stato il Vento

 

9° edizione Riaceinfestival 2019

Festival sulle migrazioni e delle culture locali  

Dal 1 al 4 Agosto

www.riaceinfestival.it

 

Comunicato stampa

Una rassegna che vedrà presentazione di libri- proiezione di film –spettacoli teatrali e concerti

 

OSPITI

Fra gli ospiti Ascanio Celestini sarà presente nella prima serata (1 agosto ore 21 Anfiteatro), Vauro Senesi, Dario Brunori  (3 agosto ore 21 Anfiteatro) Peppino Mazzotta, Fabrizio Ferracane e Alessio Praticò (2 agosto ore 21 Anfiteatro Riace Superiore) Giovanni Ludeno (4 agosto Anfiteatro ore 22,30)

 

            

                                

 

 

LIBRI

(1 Agosto Mediateca Riace Superiore ore 17,30)

La ‘ndrangheta come alibi Dalla Repubblica Rossa di Caulonia a Riace di Ilario Ammendolia (Città del Sole Edizione)

La calcolata criminalizzazione dei calabresi è stata ed è il presupposto necessario per l’emarginazione e la colonizzazione della Calabria? Uno dei temi trattati dal libro di Ilario Ammendolia già sindaco di Caulonia.

 

(1 Agosto Mediateca Riace Superiore ore 17,30)) 

267 Elizabeth Street Nuova York,  di Saverio Orlando (Città del Sole Edizioni)

 Lo scorrere del Nuovo Secolo accompagna la vita di Sammy e della sua famiglia attraverso il dolore dell’emigrazione per sfuggire alla miseria, alle tragedie del terremoto e delle guerre, ma anche offrendo opportunità di riscatto e di rivalsa sociale.

 

(2 Agosto Mediateca Riace Superiore ore 17,30)

I Cannibali di Mao La nuova Cina alla conquista del Mondo. Di Marco Lupis (Rubettino ed)

Come mai la Cina, fino a ieri produttore di mercanzia a basso costo, oggi domina il mercato high-tech mondiale, si impone come attore globale, assume il controllo economico e finanziario di intere nazioni ed è in grado di “richiamare all’ordine” persino gli Stati Uniti d’America? In questo libro Marco Lupis ci spiega l’origine del nuovo potere globale cinese, quali sono le sue radici e dove ci sta portando… I libro nella classifica dei Bestseller di IBS libri

 

(2 Agosto Anfiteatro Riace Superiore ore 21)

Muori Cornuto Giuseppe Zangara l’uomo che tentò di uccidere il presidente Roosevelt di Peppino Mazzotta e Arcangelo Badolati  (Pellegrini editore)

Giuseppe Zangara, il calabrese che tentò di uccidere il presidente degli Stati Uniti, Franklyn Delano Roosevelt e ferì mortalmente il sindaco di Chiacago Anton Cermak. L’attentatore era nato a Ferruzzano, in provincia di Reggio Calabria, all’interno di una famiglia costretta a vivere in un’area molto povera del nostro Paese. Rimasto orfano a soli due anni perché la madre muore

 

(3 agosto Anfiteatro Riace Superiore ore 21)

Il Razzismo è illegale AAVV  (Ed Gruppo Abele)

A ottant’anni dalle leggi razziali riesplode, nel Paese, il razzismo. Aggressioni, percosse, discriminazioni, insulti a sfondo razziale si contano a migliaia: per strada, in bar e supermercati, allo stadio, a scuola, ovunque. E – fatto ancor più grave – si fa strada il razzismo istituzionale che si manifesta sia nei confronti degli stranieri che vivono nel nostro Paese sia nei confronti di quelli che vi arrivano (o cercano di farlo).

 

 

 

(4 agosto Mediateca Riace Superiore ore 18)

Il Generale di Lorenzo Tondo (ed La Nave di Teseo)

Un ragazzo eritreo di 30 anni in carcere con l’accusa di essere uno dei più importanti trafficanti di uomini tra Libia e Italia, Medhanie Yedhedgo Mered, detto “il Generale”, appunto. Per Tondo si tratta di un clamoroso caso di scambio di persona      

 

SPETTACOLI TEATRALI

(1 Agosto Anfiteatro ore 21)

La Ballata dei Senza Tetto di Ascanio Celestini con Gianluca Casadei

Il barbone di Laika o la barbona di Pueblo?
La cassiera del supermercato di
Pueblo o la Vecchia di Laika che va a farci la spesa insieme alla prostituta e alla donna con la testa impicciata?
Giobbe l’analfabeta che conosce il grande magazzino a memoria non è ancora entrato in nessuno dei due testi, ma la sua storia è già scritta. E nemmeno la storia del magazziniere che odia lo zingaro, ma quest’ultimo lo conosciamo già da
Pueblo.
Questi e altri possono essere i personaggi di questo progetto di narrazione che attraversa tre spettacoli:
Laika, Pueblo e il terzo che è ancora in via di formazione.

(4 Agosto – Anfiteatro ore 21)

I have a dream – Le parole che hanno cambiato la storia
di Gabriele Guidi e Ennio Speranza
con Ivano Marescotti

Quante volte le parole hanno contribuito a segnare un’epoca, svelando ideali e aspettative di intere generazioni? Quante volte un particolare momento storico viene ricordato grazie ad una frase o il frammento di un discorso che ha lasciato un segno indelebile? E quante volte ancora i grandi oratori hanno saputo accendere passioni civili individuando i traguardi sociali da conquistare trascinando milioni di persone? Le parole – alla pari degli eventi dunque – hanno inciso sulla storia; anzi, diventando esse stesse eventi, hanno contribuito a fare la storia.

 

INCONTRI

(2 agosto Caulonia Sala Angelo Frammartino ore 10)

L’importanza di fare comunità

Oreste Torri, Coop Valli dei Cavalieri- Succiso Reggio Emilia

Franco Roppo Valente assoc La Piazza –Cleto –Calabria

Gianpaolo Marras Sardex (Sardegna) il circuito commerciale

Domenico Lucano Ass Città Futura Riace Calabria

Coordina Gianluca Carmosino giornalista di Comune Info

 

 

CONCERTI

(1 agosto Anfiteatro ore 21)

L’Albero di More di Paolo Sofia

l’album ispirato al romanzo di Gioacchino Criaco “La maligredi”

Paolo Sofia, voce e chitarra
Carmelo Colaja, fiati
Salvatore Gullace, chitarre
Vincenzo Alia, batteria
Marco De Leo, cori

Un disco potente che racconta la Calabria della seconda metà del secolo: poesia, ritmo e suoni di strumenti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo

  

 

 

 

(3 Agosto Anfiteatro ore 22,30)

Marvanza 

Essere o Apparire tour

Ivan Lentini Skankaman, Maco De Roma, RaggaMafy e Claudio B-love, sono da tempo una delle realtà di riferimento della scena New Reggae. Gruppo calabrese. La band ha partecipato al Primo Maggio di Roma ed a molti altri importanti eventi musicali

 

(4 agosto Anfiteatro ore 22,30)

Ciro Riccardi, Marco Castaldo, Vincenzo Lamagna

Le città invisibili e il sogno di Spartaco con Giovanni Ludeno

Ciro Riccardi

Trombettista e compositore di Napoli, Ciro Riccardi si è diplomato al conservatorio S.Pietro a Majella in musica jazz, ed in lingue e letterature straniere presso l’Istituto Universitario Orientale.
Si cimenta con molti linguaggi, dalla musica popolare bandistica, allo swing, fino al jazz rock, attraversando numerose esperienze e collaborazioni. Lavora in studio e dal vivo con moltissimi artisti, cantanti, musicisti del panorama nazionale, milita per più di un decennio con gli Slivovitz, eclettica band napoletana, e fonda la “Uanema Orchestra”, formazione che ripropone arrangiamenti originali dei classici del periodo d’oro dello swing

 

 

 

 

 

 

 

FILM

(2 agosto Mediateca ore 18  )

Inshallah Europa di Massimo Veneziani giornalista Rai (durata 30’)

Reportage di Massimo Veneziani e Federico Annibale, racconta e racchiude i frammenti delle storie umane di un lungo viaggio, in cui sono stati i migranti a prendere “in mano” la telecamera e a portarla con loro rivelando da che cosa scappano, che sogno inseguono. Tanti sono i punti di partenza – Asia, Africa, Medioriente – ma uno solo quello d’arrivo: l’Europa….

 

 (2 agosto ore 22,00 Anfiteatro )  (durata 2,25)

Il Traditore di Marco Bellocchio

Le vicende di Tommaso Buscetta, primo pentito di mafia, che consentì ai giudici Falcone e Borsellino di comprendere l’organizzazione di Cosa Nostra e di portarne i capi in tribunale. Presentato a Cannes 24 maggio 2019- Interpreti Pierfrancesco Favino, Luigi Lo Cascio, Fabrizio Ferracane, Alessio Praticò.

Fabrizio Ferracane (fresco vincitore del Nastro d’argento come miglior attore non protagonista proprio per Il traditore) e Alessio Praticò presenti alla serata.

 

 

(3 agosto Mediateca ore 17,30)

Concorso Cortometraggi

Presentazione di alcuni lavori di Francesco Zizola  fotografo italiano, vincitore del World Press Photo of the Year 1996.

Mostre fotografiche di Zizola sono state esibite in tutta Europa[1]. Sono stati inoltre pubblicati quattro suoi libri fotografici: Ruas, che ha vinto il MIFAV come miglior libro fotografico del 1994, Sei Storie di Bambini, Stati d’infanzia, Né Quelque Part/Born Somewhere, frutto di un reportage di dodici anni sulle condizioni dei bambini in tutto il mondo. Nel 2008 fonda con altri prestigiosi fotografi l’agenzia Noor.

(3 agosto Mediateca ore 19,00)

Esilio. La passione secondo Lucano di Maurizio Fantoni Minnella  (Durata 70)

Il film e` l’elaborazione psicologica da parte di Mimmo Lucano della privazione dei propri diritti, con la conseguente trasformazione delle proprie abitudini. Mimmo Lucano, quindi, protagonista di un periplo doloroso e assurdo ai margini della propria citta` e del proprio lavoro svolto per gli altri, ma anche Riace, vuota, sospesa fra il silenzio di coloro che non ci sono piu` e le voci di quelli che sono rimasti a difendere un progetto sostenibile di umanita` multietnica e multiculturale.

 

 

 

 

(4 agosto Mediateca ore 17,30)

Assalto al cielo di Francesco Munzi (durata 70’)

Le proteste giovanili in Italia negli anni compresi tra il 1967 e il 1977, ripercorse unicamente attraverso il montaggio di filmati d’archivio: quello storico Istituto Luce Cinecittà, le Teche RAI, l’Associazione Alberto Grifi, l’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, la Fondazione Cineteca di Bologna. L’idea è molto semplice: creare una partitura in tre movimenti (“Vogliamo tutto e subito”, “Magari anche la rivoluzione” e “Se gli uomini sono dèi”) solamente a

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.