VENEZIA: DAVI, DIREZIONE RIVEDA ESCLUSIONE DOCU SU SAN LUCA

87

‘Esclusione per sovrannumero lascia porta aperta’

“Vi ringrazio per aver proposto il vostro film alla 76 Mostra internazionale di arte Cinematografica. Sono estremamente dispiaciuto di dovervi informare che non è stato possibile trovargli una collocazione all’interno del nostro programma a causa dell’ingente numero di film ricevuti”. Così Alberto Barbera, della Fondazione La Biennale di Venezia, scrive ad Index Production per comunicare che il film su San Luca “Terra mia, non è un Paese per Santi”, con la regia di Ambrogio Crespi, non correrà alla prossima edizione del Festival. Lo rende noto Klaus Davi, autore del film e consigliere comunale di San Luca. La pellicola racconta “la reazione di una comunità, il desidero di riscatto e legalità. Un viaggio – dicono i produttori – con testimoni del territorio e simboli nazionali”. Davi chiede adesso a Barbera, “uomo saggio e attento alle istanze degli svantaggiati, di rivedere il film e di consentirci di concorrere o di trovare uno spazio dedicato per portare questa opera di cultura contro la criminalità organizzata all’attenzione di tutti. La motivazione lascia una porta aperta, a mio avviso, e mi auguro che ci possa essere un ripensamento. Sono pronto anche ad incontrarlo quando lo riterrà opportuno”.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.