6 Dicembre 2020

I giallorossi passano meritatamente il turno, gli ospiti senza le parate di D’Aquino avrebbero potuto chiudere con un passivo più pesanteIndipendentemente dal risultato entrambe le squadre sono apparse in crescita

Buona la prima uscita ufficiale dei giallorossi di mister Franceschini: meritato il passaggio del turno con un risultato che, taccuino alla mano, poteva rivelarsi più pesante per il Corigliano. La reattività di D’Aquino e il difetto di mira dei pianigiani in più di un’occasione hanno fissato nel minimo scarto l’esito di un derby che ha fatto intravedere segnali importanti per entrambe le compagini in vista dell’inizio del campionato. Buona la tenuta in campo dei giallorossi e l’interpretazione del modulo 3-5-2 dettato dal tecnico. Meglio nella fase difensiva e di prima impostazione i pianigiani, rispetto alla finalizzazione della manovra che, nell’arco dell’incontro, ha evidenziato la necessità di dover innestare in organico una prima punta per dare maggiore robustezza al reparto.

Franceschini, poi, ha dovuto fare i conti con la panchina corta: nonostante le assenze, altri innesti sembrano necessari. La fatica per il caldo e la fase di preparazione in corso non si è fatta sentire più di tanto tra le file dei padroni di casa, mentre gli ospiti che pur hanno fatto intravedere una importante impostazione tattica, dovranno migliorare sul versante della velocità per dare maggiore respiro al modulo 4-3-3 ed essere maggiormente determinati in zona avanzata. È ancora calcio d’agosto, ma le premesse viste nella partita di ieri sembrano buone per entrambe le compagini.

Il risultato non fa una piega: nel primo tempo è stato un monocolore giallorosso quanto ad occasioni create. Cittanovese più intraprendente ed ospiti abbottonati nel tentare di chiudere gli spazi. Al 12′ Cataldi sgusciato ai difensori mette a centro area per Aloia, anticipato di un soffio da Zappalà. È il momento migliore dei pianigiani: dopo appena un minuto, gran botta di Paviglianiti da fuori ma è determinante la respinta di D’Aquino nel salvare la rete e al 15′ Tripicchio giunge con un attimo di ritardo e sciupa una favorevole occasione per siglare il vantaggio. Sono ancora i giallorossi a rendersi pericolosi con Aloia al 22′ (di poco alta sulla traversa la girata di testa), mentre solo al 26′ gli ospiti impensieriscono Latella con un colpo di testa di Cito dalla breve distanza finito fuori ed al 31′ con Nicodemo che non riesce a deviare in rete per l’anticipo di Cianci.

Nella ripresa i padroni di casa sfiorano il vantaggio al 5′ con Tripicchio la cui conclusione è deviata in angolo da D’Aquino e al 30′ con Paviglianiti che impegna ancora una volta il bravo portiere biancoazzurro. Il gol è nell’aria e arriva al 38′: cross di Paviglianiti dalla sinistra e stacco di testa imperioso di Aloia che, in torsione, manda la palla nel “sette”. Con la gara alle battute finali, i pianigiani controllano la veemente reazione degli ospiti che troppo tardi alzano il baricentro per tentare di far breccia nella rete avversaria. Indolore il calcio piazzato battuto poco fuori dall’area da Catalano in pieno recupero.

Soddisfatto mister Franceschini: «Prestazione positiva contro una squadra composta da giocatori importanti». Segnali positivi anche per mister De Sanzo: «Siamo in crescita, buono l’atteggiamento della squadra viste le assenze soprattutto in attacco».

Flavia Bruzzese (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.