COSI’ I GIOVANI A ROCCELLA FESTEGGIANO SAN ROCCO

222

Matteo Pio Gagliano, da quando era bambino, già a 4 anni di “innamorò” di San Rocco venendo qui a Gioiosa ad assistere alla festa, portato da un suo zio. E’ da allora che coltiva questo culto, lo studia ed è convinto devoto. Da cinque anni a questa parte, assieme ad un gruppo di giovani ha avuto “l’ardimento” di mettersi in testa di “ripristinare” la festa di San Rocco a Roccella Jonica.
Si proprio Roccella Jonica del suo S. Vittorio.
Una festa che già si svolgeva cento anni fa. La statua, che Matteo Pio ci tiene a definire “una effigie maestosa di valore inestimabile, realizzata dallo scultore Giuseppe Pisani di Serra San Bruno nel 1888, si trova nella chiesa San Nicola ex-Aleph. Non c’è processione ma si festeggia con iniziative religiose e civili. Il sogno dei ragazzi è di ottenere un giorno l’autorizzazione per portare il Santo in processione. Certamente il Vescovo Mons Oliva se sinora non lo avrà fatto, evidentemente ci sono fondate ragioni. Speriamo ovviamente che il desiderio dei ragazzi, ispirato fortemente da sentimenti religiosi e di devozione verso San Rocco, si possa un giorno avverare. Si festeggia il 17 ed il 18.
Ieri sera siamo stati a Roccella subito dopo la premiazione di Rocco Crisarà “Gioiosano Illustre 2019” avvenuta trionfalmente a Palazzo Amaduri di Gioiosa Jonica, per assistere alla parte finale della 1^ Edizione del “S. Rocco Summer Fest” dove -sulla scia dell’evento fatto a Gioiosa il 13 luglio scorso, nella Frazione S. Antonio in onore alla Madonna delle Grazie- si sono esibiti giovani talenti, già protagonisti a Gioiosa Jonica. Dice Matteo Pio. “Noi puntiamo sui giovani nostrani !” In Chiesa è stata allestita la “Mostra su San Rocco di Montpellier, tra fede, arte e leggenda”. Ha chiuso la serata la signora Sima, poetessa con una poesia dialettale-satirica dal titolo molto significativo: “POVERI E RICCHI PURU I SANTI!”, stupenda, tra il serio e l’ironico. Credo che forse doveva essere fatta esibire all’inizio o a metà spettacolo perchè fosse ascoltata da tutti
Per questo motivo estrarrò dal video la sua interpretazione e lo pubblico su questa pagina. Bravi ragazzi, meritate la necessaria attenzione ! Per la cronaca, Matteo Pio ogni anno se ne viene a Gioiosa tutta la settimana di San Rocco, vive qui tutta la giornata per stare vicino a San Rocco e pregare, vive religiosamente ed intensamente il momento di fede che lo lega a San Rocco di Gioiosa Jonica, lo adora.   E questo fa onore a lui e di questo la nostra Gioiosa deve averne piena conoscenza e consapevolezza, perchè è gratificante e di grande esempio un gesto così amorevole e significativo. Grazie Matteo Pio.
Sa tutto di San Rocco…

Vincenzo Logozzo

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.