ECCELLENZA | BOVALINESE, CRISI ADDIO «OCCASIONE DI RILANCIO»

198

Una Bovalinese rinnovata nei quadri dirigenziali come in quelli tecnici, con tanto entusiasmo e voglia di fare alimentato da una nuova ed inedita presidenza con Graziella Pollifrone pediatra all’Asp di Reggio Calabria. Ma cosa l’ha spinta ad accettare questo ruolo? «La volontà di contribuire alla continuità e alla crescita di una storica associazione calcistica, simbolo di appartenenza a Bovalino e, per mezzo di quest’ultima, di contribuire al rilancio della nostra cittadina, mi hanno consentito di superare agevolmente qualsiasi ostacolo».

Ha fissato un obiettivo a medio e lungo termine? «Quello principale è una salvezza sicura e tranquilla. Ma non nascondo che avvertiamo il desiderio di riportare in massa i tifosi allo stadio, in particolare le donne e i bambini, affinché sostengano la squadra e stiano vicini al nuovo gruppo dirigente. Lo sport può dare un grande contributo anche nella direzione dello sviluppo sociale e culturale di una comunità».

Questione stadio: un commento sulla protesta della famiglia Cartisano e punto della situazione. «La società è conscia dei problemi in cui versa il campo sportivo. Siamo vicini alla famiglia Cartisano e ne condividiamo l’amarezza per una situazione che ancora oggi stenta a trovare soluzione. Siamo pronti a sostenere l’Amministrazione comunale in qualsiasi iniziativa volta alla risoluzione delle problematiche tecnico-amministrative ma occorre muoversi con sollecitudine, la stagione sportiva è alle porte».

La scelta dell’allenatore è ricaduta su mister Panarello, bovalinese doc. Nel frattempo sono stati ufficializzati gli arrivi di Zakaria Traorè difensore ivoriano, classe ’98, 5 gol la scorsa stagione, e Ibrahima Sow attaccante senegalese, classe ’97, tre stagioni ad Assago, realizzando 23 reti nelle ultime due.

(FONTE GAZZETTA DEL SUD)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.