MOVIMUNDI: PROTEGGIAMO LO STATUTO AMBIENTALE DELLA LOCRIDE, INSIEME!

75

Giovedì, 8 agosto, alle ore 18,30, presso il salone del Sistema Bibliotecario Jonico di Bovalino si terrà un incontro, con i maggiori esperti, per avanzare proposte e indicare soluzioni per lo stato di grave degrado in cui versano le fiumare della Locride. Verranno esaminati interventi mirati non solo alla bonifica ma soprattutto alla valorizzazione che porti ad un vantaggio ambientale ma, eventualmente, anche economico. Le fiumare sono una specificità della nostra provincia, nella Locride su uno sviluppo di 90 km. vi sono 16 fiumare importanti e se si mettessero in linea le loro aste fluviali avremmo una sciara di pietre di circa 300 chilometri; esse rappresentarono le vie di penetrazione verso i territori più interni per i coloni greci che approdarono su queste coste. Rappresentano, inoltre, il sistema linfatico delle pianure latistanti riuscendo a depurare con i ciottoli e le canne molti inquinanti che vengono scaricati sul loro corso; basti pensare alle acque malamente depurate da un sistema approssimativo degli impianti. Rappresentano una miniera inesauribile di pietrisco per l’edilizia privata e le opere pubbliche e provvedono al ripascimento delle coste dalla continua erosione. Oggi le vediamo ridotte a discariche incontrollate e vanno via via perdendo il loro prezioso ruolo, anzi rischiano di divenire loro malgrado fonte di inquinamento perché le piene trascinano in mare tonnellate di spazzatura per la maggior parte costituita da plastica. Movìmundi ha organizzato questo incontro nella ricerca continua di fare sempre azioni più incisive per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente. Allora? MOVìMUNDI !!!

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.