5 Dicembre 2020

‘Rischierei omissione. Pd? Senza condivisione scelta normale’

Il presidente della regione Calabria Mario Oliverio ha emanato il decreto con cui si fissano le primarie istituzionali per la scelta dei candidati alle regionali in programma nel prossimo autunno. “C’è una legge regionale del 2009 – ha spiegato oggi parlando con i giornalisti – che all’articolo 5 prevede che in prossimità delle elezioni regionali, le forze che entrano in campo, movimenti, partiti, coalizioni, possono ricorrere alle primarie per selezionare i loro candidati. La legge regionale impone agli organi amministrativi, cioè al presidente e agli organi amministrativi preposti, di predisporre il tutto perché qualora un movimento, un partito o una coalizione volesse avvalersi di questo istituto delle primarie possa farlo. Se non facessi questo, qualora un gruppo o un partito dovesse chiedere di ricorrere alle primarie istituzionali, io incorrerei in una omissione di atti di ufficio, sarei oggetto di un altro avviso di garanzia. Lo dico scherzando”. Oliverio ha parlato anche di una eventuale adesione del Partito democratico alle Primarie nel caso in cui non si riesca a scegliere un candidato. “Mi auguro – ha detto – che il Pd si faccia attivamente parte di una soluzione condivisa, ma se non c’è condivisione le primarie sono un fatto normale. Anzi le primarie realizzate con un patto tra i competitori, un patto di lealtà possono essere persino un motore di partecipazione, di coinvolgimento e quindi un fattore per spianare meglio la strada delle elezioni, come è stato nel 2014”.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.