Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Seminara (Rc): il 6° premio di TuttixTutti, il concorso CEI per le parrocchie, va alla parrocchia Immacolata Concezione di Seminara (Rc) per ” Artigiani della Carità” ,una scuola di artigianato tessile grazie all’impegno dei fratelli Arfuso

66

Proclamati i vincitori di TuttixTutti, il concorso nazionale Cei rivolto alle parrocchie, che premia i progetti di utilità sociale coniugando solidarietà e formazione.

 

La parrocchia Immacolata Concezione di Seminara (Rc) ha vinto il 6° premio da € 5.000 per un progetto di inclusione sociale mediante la creazione di una scuola di artigianato tessile.

 

Sono stati proclamati i 10 vincitori di TuttixTutti, il concorso che premia i progetti di utilità sociale delle parrocchie coniugando solidarietà e formazione.

394 parrocchie candidate valutate in base all’utilità sociale del progetto, alla possibilità di risolvere problematiche presenti nel tessuto sociale, alla capacità di dare risposta a bisogni della comunità di riferimento e l’eventuale creazione di nuovi posti di lavoro.

 

L’idea del progetto nasce dall’incontro tra il parroco Don Mino e i fratelli Arfuso, di origini seminaresi e artigiani tessitori da quattro generazioni, con unità produttive a 30 km da Seminara, dove sorge la parrocchia Immacolata Concezione.

“Artigiani della carità”, classificato al 6° posto, prenderà il via in un immobile in disuso, di proprietà della parrocchia, ceduto in comodato gratuito. I quattro imprenditori, rimasti senza eredi, si dedicheranno a trasmettere il loro bagaglio esperienziale nell’arte della tessitura, anche attraverso l’utilizzo degli impianti e dei macchinari, a giovani “neet” che non studiano né lavorano, con prospettive di vita poco incoraggianti. Nel piccolo borgo aspromontano la condizione giovanile è segnata da due fenomeni: un forte tasso di emigrazione e un alto indice di disoccupazione, superiore di due punti rispetto al 36,8% su cui si attesta il restante territorio diocesano.

Un’iniziativa di formazione e di inclusione sociale, dunque, che intende offrire una risposta concreta, grazie alla valorizzazione di un know-how di qualità, al problema dell’inserimento lavorativo giovanile. Collateralmente all’attività principale si promuoveranno visite turistiche allo showroom e agli antichi telai della famiglia Arfuso.

 

“TuttixTutti rappresenta una grande opportunità per le parrocchieIl nostro concorso nazionale ha contribuito, in otto anni di storia, alla realizzazione di moltissime proposte che offrono risposte concrete ai bisogni delle famiglie, dei giovani e degli anziani afferma Matteo Calabresi, Responsabile del Servizio Promozione Sostegno Economico della Chiesa cattolica.

 

 

Facebook: https://www.facebook.com/CeiTuttixTutti/

Twitter: https://twitter.com/CeiTuttixTutti

 

I PROGETTI VINCITORI 2019

 

 

1° premio – Parrocchia SS. Annunziata di Caccamo (Pa)

Progetto “Bio Pollaio Solidale”€ 15.000

 

Ad aggiudicarsi il 1° premio è stata la parrocchia SS. Annunziata di Caccamo (Pa) con il progetto “Bio Pollaio Solidale”. Una fattoria sociale dove verranno allevate 100 galline ovaiole siciliane con la finalità di assistere famiglie e persone in difficoltà economica. Allevamento biologico, filiera corta e produzione a chilometro zero saranno i tratti distintivi della fattoria che diventerà anche un luogo di inclusione sociale e di re-inserimento lavorativo.

 

2° premio – Parrocchia Sant’Ippazio di Tiggiano (Le)

Progetto “Sulle orme del Santo per una cultura conviviale”€ 12.000

 

Avviare una Cooperativa sociale per coltivare la pestanaca Sant’Ippazio, la carota viola, e promuovere opportunità di inserimento lavorativo per adulti e giovani disoccupati. Questo, in sintesi, il progetto “Sulle orme del Santo per una cultura conviviale” della parrocchia Sant’Ippazio di Tiggiano (Le), 2° premio, pensato per persone in difficoltà lavorativa. La nuova realtà intende dare vita ad un modello di integrazione e di valorizzazione anche degli immigrati.

 

3° premio – Parrocchia Santa Elisabetta Anna Seton di Livorno

Progetto “Casa di Accoglienza”€ 10.000        

 

Ristrutturare la “Casa di Accoglienza” della parrocchia Santa Elisabetta Anna Seton. Questo l’obiettivo del progetto livornese, vincitore del 3° premio, che si propone di rinnovare una struttura che, da 20 anni, offre ospitalità ai familiari dei pazienti, ricoverati presso l’Ospedale Civile di Livorno, con difficoltà di tipo socio- assistenziale.

 

4° premio – Parrocchia Immacolata Concezione di San Vito Chietino (Ch)

Progetto “Scar-Tiamo…dallo scarto nasce amore” – € 8.000

 

Il recupero dei farmaci inutilizzati e l’offerta di servizi sanitari gratuiti, sono al centro del progetto “Scar-Tiamo…dallo scarto nasce amore” della parrocchia Immacolata Concezione di San Vito Chietino (Ch), 4° premio. Assistenza a persone bisognose e riduzione della spesa sanitaria pubblica sono solo alcuni dei benefici previsti dall’iniziativa che intende trasformare lo scarto in risorsa.

 

5° premio – Parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Marigliano (Na)

Progetto “Il pane è per tutti” – € 6.000

 

Un laboratorio per formare panettieri e pizzaioli in un quartiere, costruito dopo il sisma del 1980, con numerose problematiche sociali. Questo, in sintesi, il progetto “Il pane è per tutti” della parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Marigliano (Na), 5° premio, che intende formare 20 giovani, tra i 17 e i 25 anni, in cerca di opportunità lavorative e che vivono una situazione di disagio, spesso già soggetti a procedimenti giudiziari.

 

 

6° premio – Parrocchia Immacolata Concezione di Seminara (Rc)

Progetto “Artigiani della carità” – € 5.000

Da un incontro tra il parroco e una storica famiglia di artigiani tessitori, presente nel territorio da quattro generazioni, nasce “Artigiani della Carità”, il progetto della parrocchia Immacolata Concezione di Seminara (Rc), 6° premio, per creare nuova occupazione. Un’iniziativa di inclusione sociale che si propone di offrire, attraverso la trasmissione di un know how di qualità, una risposta concreta al problema dell’inserimento lavorativo giovanile.

 

7° premio – Parrocchia Sant’Alberto di Trapani

Progetto “Pane quotidiano” – € 4.000

 

Ridurre lo spreco alimentare attraverso il recupero dell’invenduto di panifici, bar e ristoranti per distribuirlo a famiglie e a persone che vivono in condizione di povertà. Questo l’obiettivo di “Pane quotidiano”, il progetto della parrocchia Sant’Alberto di Trapani, 7° premio. Grazie ad un team di volontari sarà recuperata la merce e verrà garantito un servizio di distribuzione. Una notevole macchina organizzativa che si propone di offrire un aiuto concreto nel segno della solidarietà.

8° premio – Parrocchia SS. Nazaro e Celso di Bresso (Mi)

Progetto “Catechismo per tutti” – € 3.000

Un modello inclusivo di catechismo che risponda ad un bisogno concreto delle famiglie al cui interno sono presenti bambini con diverse disabilità. Questo l’obiettivo del progetto “Catechismo per tutti!” della parrocchia SS. Nazaro e Celso di Bresso (MI), 8° premio. Una proposta articolata per inserire questi bambini nella catechesi settimanale e farli sentire davvero parte di una Chiesa. Un percorso importante per progettare un cammino di fede in vista della preparazione ai sacramenti.

9° premio – Parrocchia SS. Salvatore, Opera Don Guanella, Villaggio Aldisio, Messina

Progetto “Insieme si può” – € 2.000

 

Un doposcuola per i ragazzi di Fondo Fucile, la più grande baraccopoli siciliana, con problematiche psicologiche, familiari ed abitative. Questo, in sintesi, il progetto, candidato dalla parrocchia SS. Salvatore di Villaggio Aldisio, a Messina, 9° premio. “Insieme si può”, grazie ad un team di volontari, sosterrà i bambini con bisogni educativi speciali per condurli a svolgere i compiti in maniera autonoma e a frequentare la scuola con profitto.

 

10° premio – Parrocchia San Bonifacio di San Bonifacio (Vr)

Progetto “Come matite nelle tue mani” – € 1.000

 

Graffiti e street art per riqualificare gli spazi esterni dell’oratorio. Questo l’obiettivo di “Come matite nelle tue mani”, il progetto della parrocchia di San Bonifacio,10° premio, rivolto a ragazzi con problemi socio-economici e carenze nelle abilità relazionali. Coadiuvati da uno street artist, bombolette spray alla mano i giovani, rispondendo alla domanda “Cos’è per te l’oratorio?”, realizzeranno un murales che colorerà il muro del campo di calcio dell’oratorio.

 

All’edizione 2019 di TuttixTutti hanno partecipato ben 394 parrocchie valutate in base all’utilità sociale del progetto, alla possibilità di risolvere problematiche presenti nel tessuto sociale, alla capacità di dare risposta a bisogni della comunità di riferimento e all’eventuale creazione di nuovi posti di lavoro. Impegnativa dunque, la valutazione e selezione dei progetti da parte della Giuria. Le parrocchie hanno dato ampio spazio alla propria creatività presentando proposte valide e molto interessanti, a sostegno delle più diverse situazioni di disagio e fatica emergenti dal territorio in cui si trovano.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.