LA LISTA DIRITTI CIVILI PRONTA PER LE PRIMARIE MA POI FA DIETROFRONT

67

Corbelli: «Eravamo gli unici in lizza, ho fatto risparmiare un milione di euro alla Regione». Poi chiede la competizione di coalizione

«Il Movimento Diritti Civili, preso atto e avuto conferma dall’ufficio regionale preposto, che a pochi minuti dalla scadenza prefissata (le ore 12 di oggi), non era stata presentata alcuna lista per la partecipazione alle Primarie istituzionali, coerentemente così come preannunciato pubblicamente due settimane fa e come comunicato nel corso dei due vertici del centrosinistra a Feroleto, ha responsabilmente non presentato la sua Lista per far risparmiare, così come già fece 5 anni fa, i costi previsti per lo svolgimento di questa consultazione, augurandosi comunque che la somma risparmiata venga destinata dalla Regione per fini sociali e umanitari. La Regione grazie alla rinuncia di Diritti Civili, risparmia così oltre un milione di euro: spero possano essere dati ai poveri e a chi ne ha bisogno».
È quanto afferma, in una nota, il leader del Movimento, Franco Corbelli. «Diritti Civili – prosegue – era pronto a partecipare alle Primarie istituzionali. A questo proposito mi sono oggi recato alla Cittadella regionale con La Lista Diritti Civili, pronta per essere presentata. Non l’ho depositata, ripeto, solo dopo aver avuto conferma dalla responsabile dell’Ufficio di Presidenza che non c’erano altre Liste e che eravamo i soli a chiedere di partecipare alle Primarie. Ricordo che il nostro Movimento era stato, nel rispetto della Legge, legittimato a poter partecipare già 5 anni fa. Saltate le Primarie istituzionali, domani mattina stessa chiederò ufficialmente al coordinatore Incarnato la convocazione immediata e urgente di una nuova riunione del centrosinistra per indire le Primarie di coalizione per la scelta del candidato Governatore, così come avvenne 5 anni fa».

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.