TROFEO KINDER + SPORT 2019, IL BENVENUTO DEL PRESIDENTE OLIVERIO AI 4000 ATLETI

149

Di seguito riportiamo il breve saluto del Presidente della Regione, Mario Oliverio, agli oltre quattromila atleti provenienti da ogni parte d’Italia e presenti nel pomeriggio di oggi allo stadio “Ezio Scida” di Crotone per partecipare alla cerimonia di apertura del “Trofeo Kinder + Sport 2019”.

 

“Benvenuti in Calabria a tutte le ragazze e i ragazzi giunti da tutte le regioni d’Italia.

Stasera qui c’è lo sport che unisce l’Italia ed è un fatto davvero meraviglioso.

Ringrazio i nostri ospiti e, in particolare, il presidente del Coni Malagò che ha accolto la proposta del Presidente Maurizio Condipodero, sostenuta dalla Regione e dal Comune di Crotone, perché la sesta edizione di queste “piccole Olimpiadi,” come le ha definite il presidente Malagò, potessero svolgersi in terra di Calabria, a Crotone, nella città di Milone.

Noi siamo orgogliosi di ospitare l’Italia dello sport, i giovani, il futuro, qui, in questa nostra terra che, quando la conoscerete in questi giorni, scoprirete quanto è accogliente e calorosa, ma soprattutto quanto è bella, con il suo mare, con il suo patrimonio di beni culturali.

Crotone rappresenta il passaggio della civiltà, della Magna Grecia.

Siamo soddisfatti di avervi qui e sono sicuro che, a conclusione di questa “tre giorni”, porterete nel cuore questa terra, perché chi visita la Calabria ne rimane segnato e ci ritorna.

Il fatto che qui ci sono tantissimi giovani atleti è per noi l’auspicio che il futuro di questa terra possa essere un futuro glorioso insieme all’Italia che deve, nella diversità, nella ricchezza delle diversità, trovare sempre il cammino della coesione, il cammino comune, perché o si cresce insieme o, insieme, si deperisce.

E lo sport è un lievito importante per la crescita del Paese e per guardare al futuro.

Tanti, tantissimi auguri a tutti quanti voi”.

Malagò, “Trofeo Coni Kinder+Sport dedicato a vittima mafia”
Presidente Coni a inaugurazione parla di 11enne ucciso nel 2009

“Dedico questa edizione a Dodò Gabriele e ai suoi genitori, Giovanni e Francesca”. Lo ha detto il presidente del Comitato olimpico nazionale italiano, Giovanni Malagò, partecipando a Crotone alla cerimonia inaugurale della sesta edizione del “Trofeo Coni Kinder+Sport” realizzato quest’anno dal Comitato regionale della Calabria Coni nello stadio “Ezio Scida”. Dodò Gabriele, 11 anni, vittima innocente di mafia, morì nel 2009 dopo essere stato raggiunto per errore da un colpo di fucile mentre assisteva ad una partita di calcetto. “Ricordo – ha detto ancora Malagò – quando nel 2013, nella Giunta del Coni – un consigliere parlò della possibilità di organizzare una piccola olimpiade in cui coinvolgere tutte le regioni. Prima c’erano meno discipline sportive, meno atleti. È stata una scommessa vinta, che è migliorata anno dopo anno. È stato ovunque un successo, ma il calore è l’affetto che abbiamo trovato in Calabria sono unici”. Alla sesta edizione del Trofeo CONI Kinder+Sport partecipano 3.800 ragazzi di età compresa tra i 10 e i 14 anni che fino al 29 settembre a Crotone, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Catanzaro e Palmi parteciperanno alla kermesse diventata negli anni uno degli eventi sportivi giovanili più importanti a livello nazionale.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.