3 Dicembre 2020

Credo che il modus operandi di queste prime nomine del commissario regionale della Lega Cristian Invernizzi, sia assolutamente sbagliato. Certamente è necessario, in considerazione delle importanti sfide che ci attendono, intensificare il rapporto con i territori, ma non è questo il metodo giusto. E’ quanto dichiara in una nota Enzo Bitonti, Capogruppo della Lega nel Consiglio Comunale di Anoia (RC). Sarebbe stato opportuno, continua Bitonti, nel tentativo di consolidare il radicamento del Partito in Calabria, coinvolgere esponenti più esperti e strutturati sul territorio e, visto che si tratta di organismi di raccordo con gli enti locali, coinvolgere chi, degli enti locali è quantomeno amministratore. Sono tanti infatti gli eletti, amministratori, rappresentanti nei vari Consigli comunali che sostengono con convinzione questo nuovo corso della Lega, e mi pare assurdo che ad esempio in tutta l’area Tirrenica della nostra Provincia, non si sia trovato un amministratore in grado di ricoprire questo ruolo. Scorrendo anche le altre nomine le mie perplessità rimangono, aggiunge Bitonti, ed è lecito porsi diversi interrogativi. A cosa servono l’impegno e la passione? A cosa serve l’esperienza politica se ancora una volta basta essere vicino a questo o a quell’altro esponente politico?

Non si tratta, sia chiaro, di questioni personali, ma di giusto riconoscimento al merito e di valorizzazione delle risorse.

Se davvero si vuole essere innovativi e di rottura con le classiche logiche del passato bisogna avere il coraggio di andare oltre i soliti schemi o si rischia di commettere gli stessi errori del passato.

I tempi del “cerchio magico”, conclude il Consigliere, per fortuna credo siano definitivamente archiviati, ma non si commetta l’errore di riportarli in vita perché da cerchio magico a cerchio tragico il passo è breve. 

 

Enzo Bitonti

 Capogruppo Lega – Consigliere Comunale Anoia (RC)

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.