CESA AL CENTRODESTRA: «ACCELERARE LA SCELTA DEL CANDIDATO GOVERNATORE»

152

Il segretario dell’Udc sollecita Oliverio a fissare la data delle elezioni: «Basta con questo paradosso». E auspica che la coalizione «nel giro di pochi giorni indichi un leader forte e di livello»

«È un dovere del centrodestra esprimere entro pochi giorni una candidatura di livello che sia possibilmente un amministratore che sappia dove mettere le mani e davvero possa risolvere i problemi della regione». A dirlo è stato il segretario nazionale dell’Udc, Lorenzo Cesa, in un’intervista al “Corriere della Calabria” a margine di un incontro organizzato dal partito a Lamezia Terme. Nell’intervista Cesa ha parlato delle Regionali, Cesa ha in primo luogo osservato: «Speriamo innanzitutto che questo presidente della Regione dica quando si deve andare a votare. E paradossale che ad oggi, solo in questa regione, non si conosca la data delle elezioni. Quindi, intanto chiediamo al presidente di dire quando si va a votare». Il segretario dell’Udc ha quindi specificato che per le Regionali il partito «sta allestendo una lista fatta da amministratori locali e professionisti che hanno esperienza e possono dare una mano a fare uscire la Calabria dalla situazione in cui si è cacciata in questi ultimi anni e ridare speranze ai giovani calabresi, che è il tema principale che abbiamo a cuore!, aggiungendo: «Mi auguro che nel giro di 2-3-4 giorni, comunque nel giro di pochi giorni, ci sia anche l’indicazione del candidato presidente della Regione. Se – ha spiegato Cesa – non si individua la data poi tutto viene rallentato, ma è un dovere del centrodestra di farlo entro qualche giorno, esprimere una candidatura di livello che sia possibilmente un amministratore che sappia dove mettere le mani e davvero possa risolvere i problemi della regione, che sono tanti e vanno affrontati con estrema velocità». Secondo Cesa, inoltre. «al di là di quello che è capitato in Umbria, che è un fatto emblematico, nel momento in cui si allea il Movimento 5 Stelle, nato contro e per cambiare le cose e non l’ha comunque fatto, perde la sua ragione di esistere, quindi la vedo difficile una riproposizione in Calabria dell’accordo tra Pd e M5S dopo quello che è accaduto in Umbria. Detto questo, da parte del centrodestra – ha rimarcato il segretario dell’Udc nell’intervista al “Corriere della Calabria” – serve esprimere una candidatura forte, la candidatura di una personalità che sia in grado di risolvere i problemi della Calabria, dopo un’amministrazione di sinistra che si è completamente dimenticata dei problemi seri e veri, e di dare risposte, soprattutto sul tema dell’occupazione che è il problema centrale».

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.