Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

ECCELLENZA | MANCINI IMBRIGLIA SCORRANO TONFO LOCRI, FA FESTA L’ISOLA CR

61
Sblocca un eurogol di Leto, chiude i conti Covelli
Una prova sottotono dei padroni di casa senza idee in mediana e con evidenti limiti in fase realizzativa
 

Cade malamente in casa il Locri di fronte all’Isola Capo Rizzuto, che ha fatto risaltare evidenti lacune nel gioco degli amaranto. C’è da augurarsi, per il pubblico di casa, che si sia trattato di un incidente di percorso e già da domenica nel derby di Bovalino si dimostri nuovamente quanto di buono era stato fatto ad inizio torneo. Gli ospiti hanno meritato la vittoria, passando in vantaggio nel finale del primo tempo con un eurogol di Leto e raddoppiando a metà ripresa con una zampata di Covelli; per il Locri errori seriali soprattutto in mezzo al campo, poche idee e Lamberti sempre inoperoso.

Prima del fischio d’inizio striscione sorretto dalle due squadre a ricordo di due giovani tifosi locresi prematuramente scomparsi dieci anni fa. La cronaca: destro a giro di Pellizzi al 4′, ma la sfera è centrale e Franza para facile; cross basso di Panaia da sinistra al 7′ e la difesa giallorossa respinge; netto fallo su Saccà in ripiegamento difensivo al 13′, ma il direttore di gara assegna l’angolo agli ospiti.

Tre angoli consecutivi per il Locri intorno al quarto d’ora, ma nessun pericolo effettivo per Lamberti; occasione per i locali al 32′, ma l’intervento di Bertini su punizione di Libri è sventato in extremis dalla difesa. Al 35′ preludio del vantaggio ospite: Ribecco sbuccia la conclusione da buona posizione; passa un minuto e da un ennesimo errore amaranto a centrocampo nasce un violento sinistro di Leto dalla distanza, con la sfera che conclude la propria corsa all’incrocio dei pali alla sinistra di Franza.

Nella ripresa l’inconsistenza offensiva del Locri appare ancora più marcata e la reazione amaranto latita in modo evidente; solo una buona occasione per Misogano al 12′, ma il destro finisce a lato. Raddoppio Isola al 23′: in verticale da Bruno verso Covelli; difesa scavalcata ed il centravanti, rimasto solo a pochi passi dalla porta, conclude perentoriamente in rete. Quasi nulla fino alla fine: due tentativi velleitari di Zampaglione dal limite, con la sfera sempre alta sulla traversa, ma sostanziali pericoli per la porta di Lamberti non se ne vedono.

Carmine Barbaro (GAZZETTA DEL SUD)

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.