Sab. Mag 8th, 2021

Malgrado il mezzo passo falso di domenica, il San Luca conserva il primato con un punto su Sersale e Locri e due sulla Reggiomed. Il pari con il Bocale, il primo in casa dopo trenta gare consecutive in cui il San Luca ha sempre fatto centro, digerito con grande maturità dal numeroso pubblico presente, è la conseguenza delle parate strepitose di Parisi, alcune imprecisioni degli avanti locali, e la discutibile direzione arbitrale. E non solo per il rigore negato al San Luca nel primo tempo, un fallo ai danni di Pitto quando stava per calciare a colpo sicuro, ma per avere mostrato con troppa facilità il cartellino giallo ai calciatori del San Luca.

A parte questo, l’unica nota positiva di una settimana così così, è la riduzione della squalifica a capitan Carbone. Il ricorso presentato dal San Luca è stato discusso lunedì e l’ organo competente, la Corte sportiva d’Appello territoriale ha riconosciuto al capitano le “circostanze attenuanti”, perché la società è riuscita a dimostrare con documenti e testimonianze che la reazione del calciatore del San Luca è stata “provocata” da un avversario del Soriano.

Da qui la riduzione della pena, non più fino al 30 dicembre, ma il 30 novembre. Se tutto va bene Carbone dovrebbe fare il suo rientro in campo domenica primo dicembre nella partita interna contro il Sersale.

Domenica il San Luca dovrà affrontare la lunga trasferta di Trebisacce. Una gara sulla carta molto difficile che dovrà dirci se il risultato di domenica è stato un semplice incidente di percorso, o se invece qualche meccanismo si è inceppato e bisogna correre ai ripari.

ANTONIO STRANGIO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.