LOCRI (RC): LICEO SCIENTIFICO “ZALEUCO”: RESOCONTO CONVEGNO “GIOVANI E MOVIMENTO

262

Si è svolto sabato 19, nell’aula magna, il previsto Convegno “Giovani e movimento” organizzato dalla Dirigente Scolastica, d’intesa con i Docenti, del Liceo Scientifico “Zaleuco” di Locri (RC). L’incontro, rivolto agli studenti del triennio, è stato coordinato dal Prof Quaranta che ha introdotto i relatori e raccordato le relazioni.  Ha aperto i lavori la Dirigente Scolastica, Prof.ssa Carmela Rita Serafino: ha ringraziato i relatori, gli ospiti e gli studenti che hanno aderito all’iniziativa, preparandosi in modo opportuno. Nel corso dell’intervento la DS ha affermato: “ quello di oggi è il primo convegno di un progetto di ampio respiro: l’inizio di una serie di incontri che  coinvolgeranno tutti gli allievi dello Zaleuco: oggi le classi 3^ e 4^ dell’Istituto, ma in futuro riguarderà anche altre classi. L’obiettivo è di far stare bene gli studenti a scuola ed in altri ambienti, attraverso un sano e corretto stile di vita”.  Subito dopo la dirigente ha letto il messaggio di saluto inviato dal Presidente del Consiglio regionale, On. Nicola Irto, impossibilitato, a essere presente.  Il Presidente, nel significativo testo inviato, si è congratulato dell’iniziativa, ringraziando per l’invito e ha rilevato come “lo sport rappresenti uno strumento fondamentale per la crescita armoniosa e per il benessere psicofisico dei ragazzi. Peraltro, è dimostrato come per ogni euro investito nello sport dalle istituzioni pubbliche, si ottenga un risparmio triplo nel settore della sanità, soprattutto sul versante della prevenzione delle più diffuse patologie.  La pratica sportiva, associata ai corretti stili di vita, allunga la vita e ne aumenta la qualità. Con questo spirito, vi rivolgo il mio saluto e quello dell’intero Consiglio regionale della Calabria e vi auguro di cuore buon lavoro”. La Dirigente, ha ringraziato l’On. Irto per l’attenzione riservata all’iniziativa, l’Ordine dei Medici per il patrocinio accordato,  l’Uni-Pharmamed e il Dott. Curatola per il sostegno dato all’iniziativa; subito dopo ha dato la parola al Dott. Zampogna, vice-presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Reggio Calabria. Il Dott. Zampogna, in rappresentanza dell’Ordine dei Medici, ha lodato l’iniziativa ed ha affermato: “Invito i giovani a tenere un corretto stile di vita anche se comporta dei sacrifici non indifferenti. E’ necessario, se si vuole rimanere in salute, che i giovani  seguano  una sana alimentazione per contrastare l’obesità. É importante associare a una sana alimentazione il movimento e l’attività fisica. Anche il Papa ha parlato dell’importanza dell’attività fisica e quindi dello stare assieme, allontanando tutto ciò che nuoce alla salute”. E’ seguita la relazione della Dott.ssa Ceruso: cardiologa dell’ospedale metropolitano di Reggio Calabria che ha evidenziato l’importanza di mettere in correlazione l’esercizio fisico e il cuore. Ha parlato della cosiddetta soglia aerobica, rapportandola anche alla fascia di età. Ha illustrato anche i vari tipi di esercizi fisici distinguendo: l’esercizio dinamico da quello statico e le relative conseguenze sull’attività cardiaca e i diversi effetti benefici. Ha inoltre sottolineato come l’esercizio fisico aiuta a ridurre i fattori di rischio legati all’aterosclerosi insieme ad una riduzione dell’obesità, della sedentarietà del fumo e dello stress. Infine ha evidenziato l’importanza, ogni qual volta ci si approccia a un’attività fisica, di eseguire dei periodici controlli come  un semplice elettrocardiogramma per scongiurare la morte improvvisa di atleti che soffrono di aritmie, a volte fatali, e di malattie coronariche. La seconda relazione, come da programma è stata svolta dal Dott. Mirarchi, nutrizionista, che dopo avere rivolto i saluti ai colleghi e alla DS ha dialogato proficuamente con gli studenti sull’importanza di una sana alimentazione, non nascondendo la difficoltà, a volte, di individuare quale sia l’alimentazione più sana. “Importante è trovare una dieta adeguata, prediligendo i prodotti stagionali piuttosto che quelli della grande distribuzione o “fuori tempo”. La pubblicità condiziona oggigiorno le nostre scelte consumistiche ed anche quelle alimentari. Invito gli studenti a ridurre l’uso di proteine (ad esempio la carne), favorendo ad esempio il consumo di più ortaggi. In definitiva una sana alimentazione è il frutto di un oculato bilanciamento di carboidrati, proteine e fibre, non trascurando l’importanza dell’assunzione costante dell’acqua durante il giorno”. E’ stata poi la volta del Dott. Tromba, endocrinologo, che ha trattato le patologie della tiroide, la ghiandola della vita. “Oggi  i problemi legati alla tiroide sono molto diffusi, la patologia tiroidea è diventata una patologia sociale”. Il Dott. Tromba ha spiegato agli studenti il funzionamento della tiroide, la sua struttura anatomica e la correlazione tra tiroide e ipofisi, soffermandosi in particolar modo sulle differenze e conseguenze dell’ipotiroidismo e dell’ipertiroidismo, sulla tiroidite, sul carcinoma della tiroide e sul gozzo. Inoltre ha invitato tutti i presenti, rivolgendosi in particolar modo agli studenti, a utilizzare nella nostra alimentazione il sale iodato: va utilizzato come il normale sale da cucina e nelle stesse quantità. Ha concluso, ribadendo l’importanza di effettuare diagnosi e cure precoci, non trascurando mai la prevenzione e l’ereditarietà familiare. Infine, la relazione del Dott. Mariano Ventra, ortopedico e traumatologo dell’Ospedale “Bianchi- Melacrino- Morelli di Reggio Calabria, che ha ribadito l’importanza del movimento, inteso in senso ampio, quindi non solo lo sport, ma ha valorizzato tutte le forme di movimento in genere: salire le scale, camminare a buon passo, andare in bici. “Per essere in buona salute, ha affermato il Dott. Ventra, è necessario abbinare una sana e corretta alimentazione, in quantità e qualità, a un’attività motoria e a un riposo adeguato, pertanto bisogna bandire la sedentarietà che porta all’assuefazione, aumentando le problematiche a essa collegate: vi esorto a praticare lo sport, infatti, il movimento è un toccasana per la mente, per le relazioni umane e sociali oltre che per il fisico”. Ha invitato, infine, gli studenti a frequentare strutture giuste e adeguate perché un uso distorto dell’attività fisica in strutture non consone, può arrecare seri danni alla salute. Lo sport, ha concluso Ventra è un’attività universale, molto democratica e meritocratica, e consta di passione e sacrifici. Al termine delle relazioni, gli allievi hanno posto agli illustri ospiti numerose domande che hanno consentito nuovi approfondimenti. A conclusione del Convegno, dopo l’intervento del docente coordinatore, la Dirigente ha salutato e ringraziato tutti i relatori intervenuti, consegnando loro delle targhe, ha rivolto anche un plauso ai numerosi studenti presenti per l’attenzione e l’interesse che hanno riservato al Convegno.

Locri(RC) 23.10.2019                                    Giuseppe Giarmoleo

                                          (Nucleo per la Comunicazione del Liceo “Zaleuco”)

 

 

 

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.