LOCRI: SAINATO CANTA VITTORIA «GRANDE DIFFERENZIATA»

253

«Frazione organica pura al 98,6%, i cittadini sono stati encomiabili»

La volontà unitaria con la quale cittadini e amministratori si stanno dando sta portando risultati eccezionali. Il primo, a poco più di una settimana dall’avvio della raccolta differenziata “Porta a Porta”, viene dalle analisi merceologiche della frazione organica. L’assessore all’Ambiente Raffaele Sainato ha parlato di «una percentuale di purezza del residuo che raggiunge addirittura il 98,6% di conformità ai parametri previsti dalla vigente normativa in materia ambientale». Secondo l’assessore si tratta di «un’ottima performance dei cittadini locresi» ai quali porgere «un sincero plauso per la grande sensibilità ambientale dimostrata e per il profondo senso civico usato nell’effettuare i conferimenti nel mastello dedicato al’organico. Registrare chimicamente soltanto un 1,4% di impurità – afferma Sainato – significa un atteggiamento civico consapevole e responsabile».

E il numero due dell’amministrazione di Locri va oltre: «C’è dell’altro, ed è qualcosa di invisibile, ma al tempo stesso consistente, che spinge ciascuno alla massima diligenza. Si tratta della volontà di cooperare, tutti insieme, cittadini e amministratori, nella consapevolezza che soltanto unendo le nostre forze riusciremo a raggiungere, prima e meglio, l’obiettivo comune di una città più pulita, più sana e migliore! Soltanto una diffusione capillare del rispetto di ogni singolo verso l’ambiente unitamente al compiersi di un percorso condiviso, avrebbe potuto condurre ciascuno di noi a sentirsi parte fondamentale della buona riuscita di un servizio basilare ed altamente impattante nelle abitudini di ognuno. La frazione di organico – evidenzia il vicesindaco – rappresenta la parte più stressante della differenziata. Quella che pone maggiori perplessità in ambito di conferimento e non a caso il monitoraggio di valutazione statistica circa la qualità del servizio di raccolta porta a porta, si basa principalmente sullo studio di questa frazione merceologica (e della plastica). Solo insieme – conclude – possiamo raggiungere quello che ciascuno di noi vorrebbe raggiungere, e poiché la chimica ci insegna che nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma, abbiamo cominciato col trasformare le incerte speranze in solide realtà».

PINO LOMBARDO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.