5 Dicembre 2020

Ennesimo risultato conseguito dalla Polizia di Stato nel contrasto al fenomeno del favoreggiamento dell’immigrazione clandestina via mare. Altri due scafisti, datisi alla fuga in occasione dello sbarco di 109 cittadini extracomunitari avvenuto il 14 ottobre u.s. sulle coste di Roccella Jonica (RC),sono stati fermati dalla Squadra Mobile di Foggia, in esecuzione di un decreto di fermo emesso dalla Procura della Repubblica di Locri (RC), a seguito delle indagini lampo condotte dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria. I due soggetti di nazionalità moldava, di ventinove e ventitré anni, sono stati intercettati il 16 ottobre,mentre si davano alla fuga, dal personale della Sezione Polizia Ferroviaria di Foggia che, immediatamente, ha veicolato la nota agli investigatori della Squadra Mobile di Reggio Calabria. Questi ultimi, in poche ore, hanno condotto una mirata attività di riscontro, tale da fornire alla Procura della Repubblica di Locri un quadro indiziario solido che ha consentito all’organo giudiziario di emettere un decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti dei due fuggitivi.  I due stranieri, che rispondono, in concorso, del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Foggia, ove permarranno in considerazione della convalida del fermo e della contestuale ordinanza di custodia cautelare in carcere emesse dal G.I.P. di Foggia.Il risultato raggiunto testimonia la straordinaria sinergia tra Uffici della Polizia di Stato e la primaria attenzione nel contrasto al fenomeno migratorio illegale.

strettoweb

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.