ROCCELLA JONICA, IL BORGO CALABRESE SCELTO DA RON MOSS PER LE SUE NOZZE

493

L’ex divo di Beautiful ha voluto confermare i voti nuziali nel corso del tour in Italia

Come ha più volte ripetuto, l’Italia è ormai diventata la sua seconda casa. C’è stato moltissime volte quando indossava i panni di Ridge Forrester di Beautiful. Molto più spesso, però, c’è stato in vacanza con tanto di famiglia a seguito. Non ci si deve stupire, dunque, se Ronn Moss abbia scelto proprio il nostro Paese per sposarsi.

Anzi, per risposarsi e confermare le promesse nuziali a dieci anni dal suo primo sì. L’ex protagonista della soap opera statunitense si trova nel nostro Paese per alcune tappe del suo tour mondiale (di mestiere, infatti, ora fa il cantante) e, per usare le sue stesse parole, ha “deciso che fosse il luogo perfetto per dirsi di nuovo sì”.

E il caso ha voluto che la data del decimo anniversario di matrimonio con la sua Devin Devasquez coincidesse con la tappa di Roccella Jonica, una delle perle della costa ionica della Calabria. Così, senza che la sua dolce metà si accorgesse di nulla (lo ha saputo il giorno prima, giusto il tempo di prepararsi all’evento), Ron Moss ha organizzato la riconferma del suo matrimonio. Cerimonia avvenuta nel più assoluto segreto lo scorso 28 settembre presso l’Hotel Parco dei Principi di Roccella, dove l’ex divo della tv alloggiava.

 

Un vero e proprio colpo di fortuna per Moss e la sua dolce consorte. Roccella Jonica, come detto, è una delle perle della costa ionica calabrese. Questo piccolo borgo, sorto sulle rovine di una colonia magnogreca, vanta una delle coste più belle dell’intera punta dello Stivale. Oltre alla spiaggia di sabbia bianca e finissima, la costa di Roccella Jonica è caratterizzata da anfratti e insenature nelle quali rifugiarsi per un tuffo in tutta tranquillità e lontano dalla folla.

Non solo: il piccolo borgo calabrese, come accennato, vanta una storia e una cultura secolare. In seguito alla distruzione della colonia greca e di alcuni insediamenti romani, il territorio che ricade oggi nella “giurisdizione” di Roccella Jonica conosce un’improvvisa crescita nel corso del Medioevo. La prima fonte scritta che parla del borgo calabro è del 1270 e riguarda la donazione del castello di Carlo I d’Angiò a Gualtieri de Collepietro. Nel corso degli anni Roccella diventa un luogo strategico per la difesa del territorio.

Lo dimostrano le tante torrette difensive sparse lungo la costa e nell’entroterra e Palazzo Caraffa che, posto sulla collina più alta dei dintorni di Roccella Jonica, domina l’intero territorio.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.