5 Dicembre 2020

Una nuova bandiera per la città come simbolo di speranza per la rinascita e auspicio di maggiore vicinanza tra la comunità e gli attuali amministratori comunali. E’ il segno tangibile dei componenti del Coordinamento delle organizzazioni Sociali Culturali Economiche che operano a Siderno i quali hanno voluto donare una nuova bandiera ai Commissari prefettizi in sostituzione di quella ormai logora che sventolava nel Palazzo Municipale, fortemente convinti che anche sotto un significativo gesto simbolico si può contribuire a vincere ” una sfida dove l’amore per la propria. terra. la tenacia e l’orgoglio di appartenenza sono il filo conduttore del loro impegno”. La consegna della bandiera ha avuto luogo nel corso di una manifestazione pubblica legata alla storia della Città ed è stata accompagnata da una lettera molto significativa indirizzata appunto alla Commissione straordinaria dove non manca l’autocritica della comunità “per aver ignorato per tanti anni la bandiera logorata da acqua e vento che sventolava all’esterno del Palazzo municipale, unitamente a quelal Italiana e a quella Europea, sotto l’occhio indifferente dei cittadini che per tanti anni non ci hanno neppure fatto caso”. Una lettera in cui non si lesinano critiche a tutti coloro ” che deturpano il decoro della città gettando carta per terra e poi si lamentano perchè non c’è un adeguato servizio di raccolta rifiuti; che infrangono le piu’ elementari regole del Codice della strada e poi si lamentano perchè non ci sono i vigili, che trascurano qualsivoglia regola della convivenza civile solo perchè gli altri fanno così, con un monito per tutti coloro, insomma, che aspettano che sia qualcun altro a dovere fare le cose”. Ecco il perchè di un gesto – questo il se3nso dell’omaggio della nuova bandiera – che vuole esprimere anche e soprattutto la voglia di cambiamento, di crescita culturale oltre che di crescita economica, di una città che vuole respirare aria “nuova” e che forse – dice la segreteria del Coordinamento nella lettera inviata ai commissari – ha solo bisogno di una “spinta” per riscoprire l’orgoglio di appartenenza ad una città dalle grandi tradizioni sociali. Un gesto peraltro apprezzato anche dalla stessa triade commissariale e culminato con la espressa volontà della presidente Maria Stefania Caracciolo di partecipare personalmente e attivamente all’annunciato Meeting della Cooperazione organizzato dallo stesso Coordinamento sidernese che dovrebbe aver luogo – questa la data adesso indicata – il 27 ottobre e al quale su indicazione della stessa dott.ssa C aracciolo sarà presente lo Staff Tecnico del Comune che prima di quella data si è anche dichiarato disponibile ad avere degli incontri con i rappresentanti del Coordinamento per strutturare l’organizzazione della stessa Assemblea. Un gesto insomma che vuole, e deve, avere il senso di raccogliere sotto un’unica bandiera sia i rappresentanti della comunità cittadina che i responsabili dell’amministrazione comunale con l’obiettivo prioritario di intensificare un rapporto di collaborazione finalizzato al rilancio della città. E, di questi tempi, se le intenzioni lasceranno spazio ai fatti, non è cosa di poco conto.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.