“UNITI PER LA CALABRIA 2.0” IL LABORATORIO POLITICO CULTURALE DI CALABRIA ATTIVA

116

Questa associazione che non è un partito, ma vuole andare al di là dei partiti e dei movimento, nasce da un preciso assunto: diamo forma al nostro futuro.

Laboratorio, appunto, in quanto fucina di idee e di proposte in campo politico, culturale, sociale ed economico, partendo  dalla Locride per anni Bistratta e Martorizzata, che si candida a diventare un punto di riferimento per una partecipazione attiva alla vita del nostro territorio e della nostra Regione. Ma anche Reggio Calabria dove a Breve Sorgerà  La Prima Sede e dove già  Molti cittadini hanno aderito all’iniziativa, ma un laboratorio che si estenderà su tutto il territorio Regionale.

Uniti per La Calabria 2.0, abbiamo detto. Così come nel linguaggio informatico 2.0 è sinonimo di miglioramento, ma anche di velocità e condivisione, anche qui 2.0 sta a indicare la precisa natura del progetto, che è aperto a tutti e non esclude nessuno perché libero da ideologie e preconcetti di sorta. Non vi è un vertice, non vi è una base, ma un’agorà comune, un luogo sia fisico che virtuale, dove incontrarsi, confrontarsi, scambiare le proprie idee e presentare le proprie proposte, per dar vita ad un programma nuovo, condiviso, per un altro futuro della Locride, Della Città Metropolitana di Reggio Calabria,della Calabria e dei Calabresi.

 

“Il Laboratorio non nasce contro qualcuno o qualcosa  nasce dall’esigenza di lavorare su una politica fatta di contenuti concreti, con il pensiero rivolto alla Calabria che domani sarà dei nostri figli. Siamo convinti dell’importanza di ricominciare dalle nostre radici, dalle nostre virtuose tradizioni, dai nostri Borghi che vanno necessariamente recuperati affinché costituiscano il volàno della nostra economia artigiana, turistica e rurale. Miriamo a una rinascita culturale delle arti espressive, da troppo tempo assenti a causa dell’assoluta mancanza di una seria programmazione di medio e lungo periodo.

Per tali ragioni intendiamo  da subito dare un’impronta forte alla struttura del Laboratorio, attraverso la costituzione di Commissioni tematiche che saranno rette da professionisti ed esperti, sulla scorta dei settori nevralgici in cui si sostanzia l’amministrazione di una Regione, inoltre istituiremo uno sportello permanente che diventi per tutti i cittadini un qualificato riferimento dove raccogliere istanze e proposte per il governo di una Regione al passo con i tempi”.

“Le problematiche della nostra Calabria   sono sotto gli occhi tutti, il declino culturale, le vecchie e le nuove povertà, la disoccupazione e l’economica che stenta a ripartire, la sanità indebitata ed allo Sfascio, su tutto questo pesa, come un macigno, lo scollamento tra la società civile e la politica, che, tra l’altro, sta dimostrando di non essere all’altezza della situazione ecco perché abbiamo deciso di dar vita al Laboratorio Uniti per La Calabria  2.0, uno strumento che vuole costruire dal basso un altro modello di Regione  e di società”.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.