GIOIOSA JONICA: APPROVATO IL “RIENTRO” DEL DEBITO SUI RIFIUTI

131

Il punto è stato approvato coni voti della sola maggioranza

Consiglio comunale focalizzato su un punto molto importante, quello relativo al Piano di rientro della tariffa conferimento rifiuti anni 2017-2018, sul quale vi è stato un acceso dibattito tra maggioranza ed opposizione. L’assessore al Bilancio Loredana Calabrò nel suo intervento ha spiegato nel dettaglio gli step che porteranno all’azzeramento del debito. «La Regione – ha detto – ha disposto la possibilità di accordare ai comuni la rateizzazione delle somme dovute per gli anni 2017 e acconto 2018. Noi abbiamo fatto richiesta per i 400 mila euro dell’anno 2017 e per i 236 mila di acconto 2018, ricevendo parere favorevole con un Piano di rientro di 60 rate mensili. Entro il 30 novembre provvederemo a versare un acconto di 63 mila euro, pari al 10% del totale arrivando a saldare l’intero debito in cinque anni. È certamente necessario aumentare il trend degli incassi dei tributi e in questo senso stanno lavorando gli uffici è anche importante sensibilizzare la cittadinanza sul dovere di ognuno di pagare il dovuto. Sentirsi responsabili della res pubblica è dovere di tutti».

Dura replica da parte del consigliere di minoranza Domenico Saverino: «Ci troviamo a deliberare un ulteriore piano di rientro verso la Regione per debiti accumulati da questa amministrazione, che si aggiungono ai restanti debiti per l’anno 2016, che hanno portato alla nomina di un commissario regionale per il recupero coattivo dell’intera somma più gli interessi. Ogni anno non viene pagato nulla alla Regione per il conferimento in discarica ma l’Amministrazione comunale continua incessantemente a chiedere sacrifici ai gioiosani. Oggi, oltre al recupero coattivo della Regione per non aver ottemperato al piano di rientro del 2017, ci ritroviamo a fare un secondo e ulteriore tentativo per sanare nuovi e identici debiti che sfoceranno magari in nuovi e più complessi recuperi forzati. Si continua ad amministrare con leggerezza e forse incapacità, i dati dicono questo. Non smetterò mai di ripeterlo, la vostra politica del falso benessere, dello spreco, dell’indebitamento facile, della leggerezza nel fare i conti, delle indennità al massimo consentito, non fa altro che mortificare e offendere di più i gioiosani. Vista la palese incapacità politico/amministrativa, l’operato insoddisfacente e il rischio cui sta per essere esposto l’ente, chiediamo le dimissioni dell’assessore al Bilancio e ambiente come atto dovuto e di rispetto per il Comune».

Il punto è stato approvato coni voti della sola maggioranza

(fonte gazzetta del sud)

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.