Dom. Gen 24th, 2021

Ormai non c’è settimana che nella Locride non si registrano 1-2 sbarchi di immigrati. Questa notte poco dopo le ore 02.30, nel litorale adiacente il comune di Ferruzzano, una cinquantina di migranti sono giunti a bordo della loro barca a vela che si è arenata in spiaggia. Si tratta di qualche nucleo familiare e tanti uomini provenienti da Iraq, Iran ed Afganistan. Per ora solo 37 sarebbero le persone individuate sulla spiaggia e lungo la strada s.s.106 e successivamente trasportate al Centro di Primo Soccorso di Roccella Jonica gestito dai volontari della Protezione Civile cittadina coordinata dal Presidente Domenico Scalamandre’. Le Forze dell’Ordine in questo momento sono alla ricerca degli altri immigrati che si sarebbero dati alla fuga, tra cui dovrebbero anche nascondersi gli scafisti che sono riusciti a condurre l’imbarcazione nello stesso identico punto degli sbarchi precedenti. Due considerazioni importanti, la prima è che conoscono bene il litorale e sanno che quel tratto di costa è poco controllato, la seconda è che hanno certamente un basista a terra che indica riferimenti importanti. Tra gli immigrati 5 avrebbero dichiarato di essere minori non accompagnati ma questo dato potrebbe salire appena completate le operazioni di identificazione di altri che starebbero giungendo al centro di primo soccorso. La Guardia Costiera di Roccella Jonica coordinata direttamente dalla Direzione Marittima di Reggio Calabria si è limitata, in questo caso, a controllare lo specchio acqueo antistante lo spiaggiamento dell’imbarcazione dei profughi. Ora la barca , rappresentato anche un pericolo per i naviganti, sarà disincagliata e trasportata al porto di Roccella Jonica e successivamente sarà oggetto di indagini a bordo, dove si cercheranno indizi utili alle indagini. 

Giuseppe Mazzaferro | redazione@telemia.it 

(foto archivio Telemia)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.