CAULONIA: BISOGNA AIUTARE GLI SPORT “MINORI” CHE DANNO LE SODDISFAZIONI E I RISULTATI “MAGGIORI”!

161

In seguito all’intervento, su Telemia, del noto maestro di arti marziali, difesa personale e kickboxing Giuseppe Cavallo e del direttore sportivo dell’omonima Accademia, Osvaldo Cavallo, anche Guido Romano, associato all’Acsi (associazione centri sportivi italiani) di Reggio Calabria, condividendo appieno le esternazioni degli anzidetti dirigenti sportivi, ha inteso dire la sua.

Il Maestro Giuseppe Cavallo in azione
Guido Romano

“A Caulonia si è dovuta chiudere l’associazione sportiva di Pallamano per mancanza di un palazzetto idoneo (si subivano multe elevate ogni volta che si giocava in casa)” – ha esordito Romano – ” e ricordo che ha militato in serie A2 femminile… e il nuovo progetto del nuovo palazzetto e i soldi c’erano ma non si sa il perché non bastavano a farlo e non si sa che fine ha fatto il progetto. Comunque per il calcio è stato fatto qualcosa perché per il calcio , a detta di altri, c’è una bella realtà mentre gli altri sport non contano veramente quando in realtà sono stati proprio gli altri sport a portare qualcosa di grande e a far parlare di Caulonia, anche all’estero (vedi i risultati straordinari dell’Accademia Maestro Giuseppe Cavallo). Sono stati, quindi, sport quali la pallamano, le arti marziali e Kickboxing, la pallavolo, il nuoto ecc. a tenere alto il nome di Caulonia e della Calabria. Ma” – ha riferito ancora Guido Romano – “ciò nonostante non si è fatto e non si sta facendo molto per realizzare strutture idonee. Si parla molto dell’importanza di togliere i ragazzi dalla strada ma se poi non si creano spazi idonei rimangono solo parole.” Dichiarazioni chiare e reali che dovrebbero far riflettere.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.