5 Dicembre 2020

in occasione della XIII edizione della “Gran Festa del Pane” di Altomonte (CS), del 16 e 17 novembre 2019, si è pensato di offrire a tutti gli operatori coinvolti nella filiera, agli interessati a vario titolo (ristoratori, agricoltori, proprietari di piccoli mulini… consumatori), un Convegno che ha la finalità di “fotografare” lo stato dell’arte, “individuare” le potenzialità e “proiettarne” le prospettive, e valorizzare al meglio le produzioni panarie regionali con opportuni strumenti e azioni. Sarà, quindi, un Convegno dove i soggetti principali saranno i Panificatori, affiancati dall’attiva partecipazione del Gruppo di Lavoro “I Cercatori di Pani dell’ARSAC” e sostenuti da tutti gli operatori della filiera che ne vorranno promuovere il settore.

Il sindaco di Altomonte, Gianpietro Carlo Coppola

Negli ultimi anni si sta assistendo ad un continuo depauperamento della qualità dei prodotti da forno, particolarmente ad opera della GDO e delle grandi strutture di produzione industriale, che distolgono l’interesse dei consumatori nei confronti dei prodotti da forno tradizionali.
Da più fronti, si sta cercando di limitare il fenomeno attraverso una serie di azioni concrete, ad esempio suscitare “nuove” attenzioni nei confronti delle produzioni di grano dei nostri territori, soprattutto partendo dalle varietà autoctone, che andrebbero a caratterizzare, assieme all’utilizzo dei “Lieviti Madre” ed alle capacità Artigianali, le produzioni panarie tradizionali e tipiche.
In tal senso, in Calabria, grazie all’impegno dell’ARSAC, guidata dal direttore generale, l’agronomo Bruno Maiolo, alla disponibilità di INAP e alla collaborazione della Confcommercio della provincia di Cosenza, è stato dato l’avvio ad una attività di promozione e valorizzazione del comparto panario. Questi è realizzata attraverso un piano operativo denominato “I Cercatori di Pane”, costituito da un gruppo di funzionari ARSAC “Assaggiatori di Pane” (formati da INAP), il cui compito è quello di effettuare una rigorosa indagine sulle produzioni panarie presenti nella nostra Regione, per addivenire ad una mappatura della consistenza del comparto, in particolare soffermandosi su aspetti quali la tradizionalità, le materie prime, la tecnologia utilizzata e le caratteristiche sensoriali dei prodotti (profilo sensoriale).
Il direttore generale dell’ ARSAC, dottor Bruno Maiolo

Il dr. Cricrì, Anima dei cercatori di pane, agronomo ARSAC e INAP e ospite, spesso, da grande specialista del settore, di vari rotocalchi e trasmissioni televisive, a livello nazionale



Il dottor Cricri

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.