GROTTERIA: FARMACIA A RISCHIO. SI ATTENDONO RISPOSTE

739

I titolari: «La gestione è antieconomica, dispensario o consegna a domicilio»

Incontro pubblico molto affollato sul possibile trasferimento della farmacia. All’incontro erano presenti numerosi cittadini e anche i proprietari, che hanno tenuto a precisare che alla base della loro decisione vi sono semplici motivi economici, visto che l’utenza si è ridotta a poche centinaia di residenti, numeri che portano il bilancio della farmacia ad essere costantemente in perdita. L’ingegnere Raffaele Niceforo, marito della dott. Adriana Stilo, ha puntualizzato: «Fin da ottobre 2017 sono state comunicate all’Amministrazione comunale le problematiche della farmacia. L’Amministrazione nonostante le tante sollecitazioni anche da parte dell’Asp, di prendere atto delle direttive specificate dal Dipartimento regionale, non ha dato nessuna risposta. Nell’ulteriore comunicazione datata luglio 2019, viene anche espressa la necessità di trovare una nuova postazione per la farmacia, visto che l’attuale locazione scadrà il 31 dicembre e non sará rinnovata. Tutta la procedura intercorsa è documentata. Fin dall’inizio abbiamo precisato che saremo rimasti a Grotteria centro fino a quando ci fossero state le condizioni economiche: siamo disponibili all’apertura di un dispensario, qualora l’Amministrazione comunale lo autorizzi, nel frattempo l’unica alternativa è quella della consegna a domicilio dei farmaci».

Spiegazioni che non hanno convinto i cittadini né il capogruppo di “Primavera Politica” Raffaele Lupis: «Visto l’assenza del sindaco e del suo gruppo – ha detto – mi auguro che almeno rispondano all’interrogazione che abbiamo presentato il 24 ottobre».

ANTONIO LABATE (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.