LAMEZIA, BALLOTTAGGIO TRA MASCARO E PEGNA PER DECRETARE IL SINDACO

130

Sconfitto Guarascio (Pd). Resta fuori dal Consiglio il Movimento 5 Stelle

Il duello Mascaro-Pegna era nell’aria. Ma a confermarlo è stato il voto dei lametini, che ieri sono tornati alle urne dopo due anni di commissariamento. Un solo dato: crollano i partiti storici e salgono le liste civiche. A incassare più voti in assoluto è stato infatti l’ex sindaco Paolo Mascaro che, con 12.805 preferenze (pari al 38,89%), ha quasi doppiato il suo diretto competitor Pegna, che ha invece ottenuto 7.573 voti (pari al 23%), staccando di parecchio gli altri candidati: Eugenio Guarascio si ferma infatti a 5.806 preferenze (17,63%), Rosario Piccioni a 3.585 voti (10,89%), Massimo Cristiano a 1.641 preferenze (4,98%) e infine Silvio Zizza a 1.515 voti (4,6%). Risultati che comunque non sempre coincidono con le preferenze ottenute dalle liste. E questo è il frutto del voto disgiunto. Mascaro, per esempio, ha incassato 2mila voti in più rispetto alle sue liste, così come anche Piccioni che di voti in più ne ha ottenuti 650 in più dei suoi candidati consiglieri.

Anche Cristiano ha avuto maggiori preferenze (più 280) e Zizza (più 200). La stessa cosa non può dirsi invece degli altri candidati, che invece di voti ne hanno preso di meno. Come Pegna, che ha incassato 1.000 preferenze in meno rispetto alle sue liste e Guarascio, che invece di voti ne ha preso 200 in meno. Con un distacco di quasi 16 punti percentuali si attesta invece il candidato del centrodestra Ruggero Pegna, sostenuto da Forza Italia, Udc e Fratelli d’Italia. In questo caso, le liste hanno incassato moltissime preferenze, maggiori rispetto poi al voto ottenuto dal candidato sindaco, che ha ottenuto 7.290 preferenze, pari al 22,92%. Distaccato di parecchio invece il candidato del centrosinistra Eugenio Guarascio, sostenuto dal Partito Democratico e dalla lista lista civica “Eugenio Guarascio sindaco”: per l’imprenditore del settore dei rifiuti e patron del Cosenza Calcio appena 5.625 voti, pari al 17,68% dei consensi.

Una sconfitta che probabilmente è legata anche alla scesa in campo dell’ex consigliere comunale Rosario Piccioni, che in queste elezioni ha ottenuto il 10,97%, espressione di una parte della sinistra lametina, quella vicina all’ex sindaco Gianni Speranza. Nelle sue due liste “Lamezia Insieme” e “Lamezia Bene Comune” ci sono infatti esponenti della passata amministrazione Speranza. Al quinto posto si è piazzato invece Massimo Cristiano, sostenuto da due liste civiche, mentre all’ultimo posto si ferma Silvio Zizza del Movimento Cinque Stelle che, secondo le proiezioni, non avrà neanche un seggio in Consiglio.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.