3 Dicembre 2020

Il Liceo Scientifico “Zaleuco” riscopre la grande opera lirica ottocentesca.
In un periodo storico nel quale l’opera lirica risulta, soprattutto per le giovani generazioni, semisconosciuta, il Liceo Scientifico “Zaleuco” di Locri, diretto dalla prof.ssa Carmela Rita Serafino, ha organizzato la partecipazione di un folto gruppo dei suoi studenti all’opera “L’Elisir d’Amore” di Gaetano Donizetti, messa in scena al teatro “F. Cilea” di Reggio Calabria martedì 29 Ottobre. Grazie alla proposta del prof. Renato Lizzi, che ha poi curato, come tutor, l’organizzazione del progetto, i giovani liceali si sono potuti confrontare col genere musicale che ha reso l’Italia famosa in tutto il mondo, per merito della geniale armonia tra parola, musica ed azione e che risulta, dal punto di vista formativo, il più ricco ed apprezzato, con i suoi contenuti storici, psicologici e letterari. Proprio per questo chiaro valore interdisciplinare, si è deciso di riprendere un’iniziativa per lungo tempo messa da parte, che garantisce sempre grandi risultati nel far conoscere agli studenti una delle più esaltate eccellenze italiane.
La concretizzazione dell’obiettivo è stata resa possibile dallo spettacolo organizzato dall’Associazione Musicale “Nuovo Laboratorio Lirico”, in collaborazione con l’associazione “Traiectoriae” e l’Orchestra del Teatro Comunale “Francesco Cilea”, diretta dal M° Alessandro Tirotta. “L’Elisir d’Amore” è un melodramma giocoso del compositore bergamasco Donizetti, parte dell’olimpo degli operisti italiani, su libretto di Felice Romani. La vicenda tratta dell’umile contadino Nemorino, innamorato di Adina ed incapace di dichiararsi, che viene truffato dal lestofante dottor Dulcamara, il quale gli vende un fantomatico elisir d’amore. Con questo evento, l’equilibrio narrativo viene rotto ed inizia una lunga serie di avvincenti peripezie. I cantanti Maria Bagalà (Adina), Marco Pastorelli (Nemorino), Raffaele Facciolà (Dulcamara), Alessandro Vargetto (Belcore) e Gabriella Grassi (Giannetta) sono riusciti, con la regia di Gaetano Tirotta, a presentare un’esecuzione magistrale, che ha appassionato tutti gli studenti del liceo.
Nella speranza di riproporre quest’iniziativa anche gli anni a venire, è doveroso ringraziare tutti i docenti che si sono resi disponibili ed hanno permesso la buona riuscita dell’evento, allo stesso modo della dirigente scolastica. Ancora una volta lo “Zaleuco” si dimostra promotore di attività culturali alternative e dall’elevato valore espressivo.

Domenico Tassone

Nucleo per la comunicazione del  Liceo Zaleuco

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.