LOCRI (RC): RESOCONTO CONVEGNO, ORGANIZZATO DALL’A.I.G.A. – SEZIONE DI LOCRI, “L’ODISSEA DEL TROJAN HORSE”

205

Nella gremita Sala Consiliare del Comune di Locri, giorno 22 novembre si è tenuto il convegno, organizzato dall’A.I.G.A. – Sezione di Locri, “L’odissea del Trojan Horse. Potenzialità tecniche del captatore informatico e bilanciamento tra esigenze investigative e salvaguardia dei diritti fondamentali”, ossia un incontro incentrato sulla nuova frontiera delle intercettazioni. Dopo i saluti istituzionali della Presidente AIGA Sez. di Locri, Avv. Antonia Fabiola Chirico, che ha posto l’accento sulla funzione sociale dell’avvocato, i lavori, introdotti e moderati dall’Avv. Giuseppe Alvaro, si sono aperti, previo e doveroso ricordo del compianto Ing. Sergio Lupis, con l’intervento dell’Avv. Leo Stilo, il quale, nel descrivere i “Trojan” dal punto di vista tecnico-informatico, si è occupato dell’individuazione dei software più utilizzati dalle Procure della Repubblica, delle problematiche connesse alla cristallizzazione della prova informatica, oltre che delle considerazioni/preoccupazioni del Garante Privacy; sono proseguiti con l’intervento del Sost. Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Locri, Dott. Michele Permunian, il quale ha analizzato le potenzialità investigative di questo nuovo strumento intercettivo e le relative problematiche con cui gli Uffici di Procura devono confrontarsi nell’applicare una normativa a oggi ancora poco chiara; si sono conclusi, come nella dialettica processual-penalistica, con l’intervento dell’Avv. Rosario Scarfò, il quale ha analizzato i numerosi profili di criticità della legislazione e della giurisprudenza creatasi, sottolineando che l’esigenza di prevenzione e repressione dei reati non può far soccombere le sacre garanzie difensive e la tutela dei diritti fondamentali costituzionalmente garantiti, auspicando perciò un intervento del Legislatore per disciplinare con chiarezza la materia. Il pregevole taglio fornito dai relatori alla tematica oggetto di convegno ha permesso nel finale un sentito e costruttivo dibattito tra gli uditori presenti, trasformando tale evento in una vera e propria tavola rotonda.

Ufficio Stampa AIGA – Sez. Locri

Avv. Manuela Calautti – Avv. Saverio Triunveri

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.